Call Us +39 011 55.84.111

Marco Gardino

Marco Gardino

Si occupa prevalentemente di diritto commerciale e societario. Presta assistenza ad imprese italiane ed estere sia in ambito giudiziale che stragiudiziale.

Profilo: http://www.replegal.it/it/cerca-i-professionisti/154-marco-gardino.html

Novità in tema di diritto societario portate dal Decreto Liquidità

Il D.L. 8 aprile 2020, n. 23 (“Decreto Liquidità”) introduce nuove norme in materia di diritto societario, al fine di supportare le imprese italiane nell’attuale quadro di “emergenza e crisi economica di dimensioni eccezionali determinato dall’epidemia di COVID-19” (Relazione illustrative – commento all’art. 6 del Decreto Liquidità).

Italian Company law changes to adapt to Coronavirus outbreak

Art. 106 of the so-called ‘Cura Italia’ Law Decree dated March 17, 2020, introduced some important innovations for corporate law in order to support companies corporate activities during the Coronavirus outbreak.

 

1. Term for approval of the financial Statements

In particular, by way of derogation to Articles 2364, second paragraph, and 2478-bis, of the Italian Civil Code and to the provisions of the companies’ by-laws, the ordinary shareholders' meeting for the approval of the financial statements shall be convened within 180 days after financial year end, instead of the ordinary 120 days term.

Hence, a longer period is granted by the law for the preparation of the financial statements and their approval.

Novità per il diritto societario previste dal decreto Cura Italia

Con il Decreto Legge “Cura Italia” del 17 marzo 2020, all’art. Art. 106 sono introdotte alcune rilevanti novità in tema di diritto societario. In particolare, in deroga a quanto previsto dagli articoli 2364, secondo comma, e 2478-bis, del codice civile o alle diverse disposizioni statutarie, l’assemblea ordinaria per l’approvazione del bilancio è convocata entro centottanta giorni dalla chiusura dell’esercizio, in luogo dei 120 giorni ordinari.  In tal modo, è concesso per legge un termine più lungo per la predisposizione del bilancio di esercizio.

Nuovo regime per le ritenute e compensazioni in appalti e subappalti

La legge di conversione del collegato fiscale alla legge di bilancio 2020 introduce nuove e ulteriori modifiche in tema di oneri per il committente in merito alle ritenute sui redditi di lavoro dei dipendenti dell’appaltatore. La nuova norma prevede che i committenti che affidano il compimento di una o più opere o di uno o più servizi di importo complessivo annuo superiore a euro 200.000 a un'impresa, tramite contratti di appalto, subappalto, affidamento a soggetti consorziati o rapporti negoziali comunque denominati caratterizzati da prevalente utilizzo di manodopera presso le sedi di attività del committente con l'utilizzo di beni strumentali di proprietà di quest'ultimo o ad esso riconducibili in qualunque forma, sono tenuti a richiedere all'impresa appaltatrice o affidataria e alle imprese subappaltatrici, obbligate a rilasciarle, copia delle deleghe di pagamento relative al versamento delle ritenute, trattenute dall'impresa appaltatrice o affidataria e dalle imprese subappaltatrici ai lavoratori direttamente impiegati nell'esecuzione dell'opera o del servizio.

La Cassazione si pronuncia in tema di efficacia della costituzione del pegno su quote di s.r.l.

Ai fini dell'efficacia del trasferimento nei confronti della società, “la formalità rilevante è la vera e propria iscrizione nel registro delle imprese, non il mero deposito dell'atto di trasferimento": formalità che si pone dunque come criterio generale di efficacia (e opponibilità) delle vicende (in senso ampio) circolatorie delle quote di s.r.l.. Questo il contenuto della recentissima decisione della Cassazione, sez. I, 27/11/2019, n.31051 in materia di costituzione del pegno su quote di s.r.l.

Rilevanti novità in tema di appalti nel decreto fiscale collegato alla legge di bilancio

L’art. 4 del decreto fiscale collegato alla legge di bilancio 2020 (D.L. 26-10-2019 n. 124) introduce alcune rilevanti novità in tema di contratti di appalto. Il decreto, in particolare, modifica la disciplina delle ritenute, prevedendo in capo alle imprese committenti “che affidano il compimento di un'opera o di un servizio” ad un’impresa terza l’obbligo di effettuare il versamento delle ritenute di cui agli articoli 23 e 24 del d.p.r. n. 600 del 1973, art. 50, comma 4, del d.lgs. 15 dicembre 1997 n. 446, e art 1, comma 5, del d. lgs. 28 settembre 1998, n. 360, trattenute dall'impresa appaltatrice o affidataria e dalle imprese subappaltatrici, ai lavoratori direttamente impiegati nell'esecuzione dell'opera o del servizio.

Novità di tema di normativa anti-riciclaggio

Il Legislatore interviene con il d.lgs. 4-10-2019 n. 125 introducendo varie modifiche al decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231 contenente la disciplina in materia di anti-riciclaggio.

Il provvedimento allarga la platea dei soggetti obbligati all’effettuazione delle verifiche in particolare ai mercanti d’arte ed agli intermediari immobiliari, anche ove agiscano per la locazione di beni immobili, se il canone mensile supera i 10.000 Euro.

Torino
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milano
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Roma
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy

Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bologna
R&P Legal
Via D’Azeglio, 19
40123, Bologna - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy