Call Us +39 011 55.84.111

  • R&P Legal

    Spirito di squadra, conoscenza del business dei clienti, visione strategica, disponibilità, passione, fondamento etico, costo compatibile.

  • Puntiamo sulla competenza

    R&P Legal è uno studio italiano full service, indipendente e con primarie connessioni internazionali, fondato nel 1949.

  • Trattiamo con il mondo... da vicino

    Contiamo su un’articolata rete di primari studi legali di comprovata esperienza nelle principali giurisdizioni estere.

R&P Legal è uno studio legale indipendente, fondato nel 1949, con sei sedi in Italia e con primarie connessioni internazionali, dove lavorano più di centosettanta professionisti qualificati che forniscono assistenza full service.

Ultime notizie

Prev Next

Startup e PMI innovative: disegni e modelli non integrano il requisito della “pr…

Intellectual Property 15-01-2018 Nicola Berardi

Con nota protocollata n. 513 del 2 gennaio 2018, il Ministero dello Sviluppo Economico ha escluso che il titolo di proprietà industriale denominato disegno e modello registrato (nella fattispecie, un disegno relativo ad ...

Leggi tutto

Cassazione Civile: il trattenimento del negativo da parte del fotografo non comp…

Intellectual Property 12-01-2018 Nicola Berardi

Con ordinanza n. 26949 del 14/11/2017, la Corte di Cassazione ha affermato che, in tema di cessione dei diritti d’autore sulle fotografie, la previsione di cui all’art. 89, LDA, secondo cui la cessione del negativo compr...

Leggi tutto

Andrea Eliseo al Master de "Il Sole 24 Ore"

Famiglia e Successioni 12-01-2018 La Redazione

Il dott. Andrea Eliseo di R&P Legal parteciperà, domani 13 Gennaio, al Master del Sole 24 Ore denominato "Protezione, trasmissione e gestione dei patrimoni familiari" con una lezione sul tema de "Il patto di famiglia...

Leggi tutto

Crediti dei professionisti: Privilegio assicurato anche per IVA e contributi pre…

Restructuring & Insolvency 11-01-2018 Enrico Felli

In seguito alla modifica apportata dalla Legge di Bilancio 2018 all’art. 2751 bis n. 2 c.c., dal 1.1.2018, nel fallimento, i crediti Iva dei professionisti, così come i contributi previdenziali, saranno considerati di ra...

Leggi tutto

MiFID II: il nuovo Regolamento Mercati della Consob

Banking & Finance 10-01-2018 Vincenzo D'Antoni

Il 28.12.2017 con Delibera n. 20249 la CONSOB ha adottato il nuovo Regolamento dei Mercati (Gazzetta Ufficiale n. 1/2018) in adeguamento della Direttiva MiFID II (2014/65/UE) e del Regolamento MiFIR (600/2014). Il Regola...

Leggi tutto

Conference call e cognizione illecita di comunicazioni telefoniche

Criminal Law 10-01-2018 Alessandro Racano

La sentenza in esame riguarda il caso di un soggetto che, dopo essersi ”introdotto” nella conference call in corso tra i componenti del CDA di una società, non aveva dichiarato la sua “presenza” ed era rimasto silente re...

Leggi tutto

La gestione collettiva dei diritti d’autore: la fine dell’esclusiva SIAE

Intellectual Property 09-01-2018 Mario Balliano

A seguito delle numerose polemiche intervenute negli ultimi anni e sulla scorta di quanto statuito dalla direttiva europea 26/2014, il governo ha finalmente deciso di intervenire sulla gestione collettiva dei diritti d’a...

Leggi tutto

Impresa 4.0: 10 miliardi nel triennio 2018-2020

Fondi e Finanziamenti Pubblici 09-01-2018 Pasquale Morra

Il Governo ha rafforzato gli strumenti di Impresa 4.0 stanziando ulteriori 10 miliardi di euro nel triennio 2018-2020 tra decreto Fiscale, legge di bilancio 2018 e fondi perenti del Ministero dello Sviluppo Economico.  ...

Leggi tutto

Appalti, nuove soglie dal 1° gennaio 2018

Enti Pubblici & Appalti 09-01-2018 Pasquale Morra

Nuove soglie (al rialzo) per gli appalti europei. La Commissione Ue ha pubblicato sulla Gazzetta europea del 19 dicembre 2017 i regolamenti che fissano le soglie superate le quali trova applicazione la normativa comunita...

Leggi tutto

Con la legge di bilancio arrivano le “imprese culturali e creative”

Charities & Social Enterprises 09-01-2018 Giuseppe Taffari

Dopo un percorso iniziato nel 2015, con la legge di bilancio (legge 27 dicembre 2017 nr. 205) vengono ora introdotte nel nostro ordinamento le “imprese culturali e creative”, una qualifica riservata alle imprese che hann...

Leggi tutto

La legge di Bilancio 2018 ha reintrodotto la notifica al Garante?

Privacy & Data Protection 09-01-2018 Chiara Agostini

Attraverso la recente legge di Bilancio 2018, il Legislatore è nuovamente intervenuto in tema privacy, proseguendo nel disegno di armonizzazione della normativa nazionale al GDPR. Tra le novità, particolare perplessità h...

Leggi tutto

Colui il quale chiede il risarcimento per i danni subiti all’immobile di cui ha …

Responsabilità Civile e Risarcimento Danni 08-01-2018 Daniele Merighetti

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 30550 del 20.12.2017, ha stabilito che chi agisce in giudizio per chiedere il ristoro dei danni patiti dall’immobile in condominio, di cui ha l’uso, non è tenuto a dimostrare la su...

Leggi tutto

Infortuni sul lavoro con condotta anomala, ma non abnorme del lavoratore

Criminal Law 03-01-2018 Piero Magri

Il Tribunale di Bergamo, con sentenza depositata l’11 dicembre 2017, ha ritenuto sussistente la responsabilità del datore di lavoro delegato, pur in presenza di una condotta anomala e pericolosa del lavoratore, evidenzia...

Leggi tutto

Tribunale UE: il rischio futuro non ipotetico di parassitismo consente di oppors…

Intellectual Property 28-12-2017 Nicola Berardi

“È possibile, segnatamente nel caso di opposizione fondata su un marchio che gode di una notorietà eccezionalmente ampia, che la probabilità di un rischio futuro non ipotetico di pregiudizio o di indebito vantaggio tratt...

Leggi tutto

Predisposte le linee-guida per la donazione di cellule staminali

Life Sciences 19-12-2017 Arianna Cirone

Il Centro nazionale trapianti, il Centro nazionale Sangue e il Registro italiano dei donatori di midollo hanno predisposto le linee-guida dal titolo “Indirizzi per comunicare la donazione di cellule staminali emopoietich...

Leggi tutto

Sfruttamento pubblicitario dei beni culturali: i Tribunali di Firenze e Palermo …

Intellectual Property 19-12-2017 Nicola Berardi

Lo sfruttamento commerciale di un bene culturale richiede, ai sensi dell’art. 108, D.Lgs. 42/2004, il consenso dell’autorità che ha in consegna l’opera che può inoltre richiedere il pagamento di un canone di concessione...

Leggi tutto

Bando Socialfare per startup

Startup 19-12-2017 Marco Gardino

 È online la Call per Startup ad impatto sociale "Foundamenta #5" di SocialFare. Il bando prevede ️quattro mesi di accelerazione, seed fund fino a 50.000 Euro, ️ confronto con mentor, advisor e startup di successo, oltre...

Leggi tutto

Cassazione Civile: la licenza del diritto di sincronizzazione esula dalle compet…

Intellectual Property 18-12-2017 Nicola Berardi

Con sentenza n. 29811 del 12/12/2017, la Corte di Cassazione ha affermato che la sincronizzazione – ossia l’abbinamento con le immagini di un’opera musicale – costituisce atto più complesso della semplice riproduzione ed...

Leggi tutto

Il principio di rotazione negli appalti sotto soglia

Enti Pubblici & Appalti 18-12-2017 Pasquale Morra

Con sentenza del 13 dicembre 2017 n. 5854 il Consiglio di Stato ha confermato l’obbligatorietà del principio di rotazione per le gare di lavori, servizi e forniture negli appalti cd. “sotto soglia”. Il principio di rota...

Leggi tutto

Codice Privacy: i recenti interventi del legislatore

Privacy & Data Protection 18-12-2017 Chiara Agostini

Con la Legge n. 167/17, pubblicata in G.U. il 27 novembre 2017 ed entrata in vigore lo scorso 12 dicembre, il Legislatore ha formalmente dato il via al processo di armonizzazione della normativa nazionale in tema di trat...

Leggi tutto

Approvate le modifiche al regolamento Consob

Corporate M&A 14-12-2017 Marco Gardino

Con delibera n. 20204 la CONSOB è intervenuta sul tema equity crowdfunding approvando alcune modifiche al "Regolamento sulla raccolta di capitali di rischio tramite portali on-line", adottato con delibera n. 18592 del 26...

Leggi tutto

Linee Guida per la regolamentazione delle modalità di mantenimento dei figli nel…

Famiglia e Successioni 13-12-2017 Maria Grazia Passerini

Il Consiglio Nazionale Forense ha approvato le Linee Guida in materia di mantenimento della prole con particolare riguardo alle c.d. spese straordinarie. In caso di mancato accordo tra i genitori, le spese saranno così ...

Leggi tutto

Il committente non è tenuto al risarcimento nei confronti del dipendente dell’ap…

Responsabilità Civile e Risarcimento Danni 13-12-2017 Daniele Merighetti

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 29582/2017, ha stabilito che la responsabilità per la violazione dell’obbligo di adottare le misure necessarie a tutelare l’integrità fisica dei prestatori di lavoro si estende al ...

Leggi tutto

Precetto inefficace per l’importo eccedente la quota millesimale del condomino i…

Recupero Crediti & Esecuzioni 13-12-2017 Maria Grazia Passerini

La Corte di Cassazione, con la pronuncia n. 22856/2017, ha chiaramente statuito che, in caso di esecuzione forzata conto i singoli condomini per obbligazioni contratte dal Condominio: 1- l’obbligazione contrattuale grava...

Leggi tutto

R&P Legal con Simmetrico per Ernesto Che Guevara

News 12-12-2017 La Redazione

R&P Legal ha assistito Simmetrico S.r.l. nella definizione degli accordi per l’ideazione e la realizzazione della mostra “Tu y Todos” dedicata alla vita di Ernesto Che Guevara, in esposizione alla Fabbrica del Vapore...

Leggi tutto

Non rileva l’astratta capacità lavorativa della moglie priva di redditi adeguati

Famiglia e Successioni 08-12-2017 Maria Grazia Passerini

Nella separazione personale, i "redditi adeguati" a cui va rapportato l'assegno di mantenimento sono quelli necessari al coniuge 'debole' a mantenere il medesimo tenore di vita goduto in costanza di matrimonio. Nel caso...

Leggi tutto

La Corte Costituzionale estende le tutele per i lavoratori della legge Biagi in …

Contratti d'Impresa 07-12-2017 Marco Gardino

Con sentenza 254/2017 pubblicata in data 07/11/2017 la Corte Costituzionale si pronuncia sulla possibilità di estendere il regime di responsabilità solidale del committente nei confronti dei lavoratori dell’appaltatore p...

Leggi tutto

Importante decisione della Corte di Giustizia Europea in tema di distribuzione d…

Contratti d'Impresa 06-12-2017 Marco Gardino

La Corte di Giustizia Europea pubblica l’attesa decisione sul caso C-230/16 Coty Germany GmbH / Parfümerie Akzente GmbH. La Corte dichiara che il divieto di intese previsto dal diritto dell’Unione non osta a una clausola...

Leggi tutto

BonelliErede e R&P Legal al fianco di Lendlease nell'aggiudicazione della ga…

Enti Pubblici & Appalti 06-12-2017 La Redazione

BonelliErede e R&P Legal hanno assistito il consorzio guidato dalla società australiana Lendlease in relazione alla gara indetta da Arexpo S.p.A. per la realizzazione del masterplan e dello sviluppo di parte dell’are...

Leggi tutto

Il datore di lavoro risponde anche per gli infortuni occorsi ai dipendenti della…

Criminal Law 05-12-2017 Letizia Catalano

La Corte di Cassazione con sentenza n. 52129/2017 ha confermato la condanna del datore di lavoro di una società per l’infortunio occorso al dipendente della ditta subappaltatrice a cui erano state affidate le attività di...

Leggi tutto

Infortuni sul lavoro e responsabilità del datore di lavoro in caso di negligenza…

Criminal Law 04-12-2017 Piero Magri

In una pregevole sentenza depositata il 3 novembre 2011, il Tribunale di Ivrea ha assolto l’imputato datore di lavoro, ritenendo che la negligente condotta dell’infortunato non esclude di per sé la responsabilità, ma per...

Leggi tutto

Accesso abusivo alla casella di posta elettronica dell’ex coniuge

Famiglia e Successioni 04-12-2017 Maria Grazia Passerini

“Integra il reato di cui all’art. 615-ter, c.p., la condotta di colui che accede abusivamente all’altrui casella di posta elettronica, trattandosi di uno spazio di memoria, protetto da una password personalizzata, di un ...

Leggi tutto

Garante Privacy: no al “social spam”

Privacy & Data Protection 04-12-2017 Chiara Agostini

Con provvedimento n. 378 del 21 settembre 2017, il Garante Privacy è tornato a pronunciarsi in tema di “social spam”. L’Autorità, riprendendo quanto già stabilito nelle Linee Guida del 4 luglio 2013, ha ribadito che i da...

Leggi tutto

Influencer marketing: l’AGCM comunica l’esito positivo della propria attività di…

TMT - Media Entertainment 04-12-2017 Chiara Agostini

Con il comunicato del 1 dicembre 2017, l’AGCM (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) ha annunciato l’esito positivo della propria iniziativa di moral suasion nei confronti di influencer e società titolari di ...

Leggi tutto

Voucher per la digitalizzazione delle PMI

Fondi e Finanziamenti Pubblici 04-12-2017 Pasquale Morra

Il voucher per la digitalizzazione delle PMI è una misura agevolativa per le micro, piccole e medie imprese. Il Ministero dello Sviluppo Economico prevede un contributo di importo non superiore a 10 mila euro, finalizzat...

Leggi tutto

Misure anticorruzione

Criminal Law 04-12-2017 La Redazione

Lorenzo Lamberti, partner del dipartimento di diritto amministrativo, e Piero Magri, partner del dipartimento penale, lunedì 4 dicembre saranno presso l'Ordine dei Medici di Padova a  parlare di appalti, trasparenza e mi...

Leggi tutto

ISTAT: i numeri di matrimoni e nascite nel 2016

Famiglia e Successioni 01-12-2017 Maria Grazia Passerini

194.377 è il numero dei matrimoni celebrati in Italia nel 2015, 203.358 i matrimoni celebrati nel 2016. Questi i dati rilevati dall’ISTAT ed evidenziati nel report relativo all’anno 2016. Nonostante l’aumento del numero ...

Leggi tutto

Avvalimento mediante impresa indiana

Enti Pubblici & Appalti 01-12-2017 Pasquale Morra

Con la recente sentenza del 27 novembre 2017 n. 11764 il TAR per il Lazio ha affermato nel caso di gara di appalto (nella specie concernente la fornitura a nuovo di convogli per il servizio ferroviario regionale di trasp...

Leggi tutto

Riccardo Sciaudone moderatore della 4a giornata di formazione privacy in ambito …

Privacy & Data Protection 27-11-2017 La Redazione

Dopo il successo della 3a giornata di formazione privacy in ambito sanitario, l’Avv. Riccardo Sciaudone, Partner dello studio R&P Legal, aprirà gli interventi della 4a giornata di formazione promossa dall’Associazion...

Leggi tutto

Commissione europea: sanzioni per 34 milioni di euro nei confronti di cinque lea…

Antitrust & Competition 25-11-2017 Riccardo Sciaudone

In data 22 novembre 2017, la Commissione ha comunicato di aver sanzionato, a conclusione del procedimento AT.39881, le società Tokai Rika, Takata, Autoliv, Toyoda Gosei e Marutaka (le “Società”), per aver violato l’art. ...

Leggi tutto
Enrico Felli

Enrico Felli

Si occupa prevalentemente di diritto fallimentare e di diritto societario e commerciale.

Profilo: http://www.replegal.it/it/professionisti/tutti-i-soci/311-enrico-felli.html

Crediti dei professionisti: Privilegio assicurato anche per IVA e contributi previdenziali

In seguito alla modifica apportata dalla Legge di Bilancio 2018 all’art. 2751 bis n. 2 c.c., dal 1.1.2018, nel fallimento, i crediti Iva dei professionisti, così come i contributi previdenziali, saranno considerati di rango privilegiato. Mancando le disposizioni transitorie, occorrerà ora capire se tale privilegio potrà essere riconosciuto anche per gli stati passivi già dichiarati esecutivi, anche se occorre rilevare che il relativo decreto di ammissione al passivo ha valore di giudicato endofallimentare e dunque risulta immodificabile e definitivo.

Aiuti di Stato (Reg. CE n. 800/2008) e imprese sottoposte a procedure concorsuali

In una recente sentenza (n. 245 del 6/07/2017) la Corte di giustizia UE ha chiarito che l’articolo 1, § 7, lett. c) del reg. (CE) n. 800/2008, concernente l’esclusione dagli aiuti di stato per le imprese in difficoltà, si applica a tutte le procedure concorsuali, sia quelle avviate su istanza dell’imprenditore, sia quelle aperte d’ufficio. Tale articolo va inoltre interpretato nel senso che (i) non è possibile beneficiare degli aiuti di stato se vi sono le condizioni per accedere a una procedura concorsuale; (ii) gli aiuti dovranno essere revocati se al momento del loro ottenimento sussistevano già le predette condizioni; (iii) non assume rilievo il mero fatto che, successivamente alla concessione di un aiuto, sia stata aperta una procedura concorsuale.

Pubblicato il quaderno n. 71 della Scuola di alta formazione da parte dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Milano

L’ODCEC di Milano ha divulgato il quaderno SAF n. 71 sui sistemi di allerta interna. Esso si rivolge in particolare ai sindaci e ai revisori contabili; obiettivo del quaderno è quello di fornire a tali soggetti indicazioni pratiche su come individuare la crisi e l’insolvenza nell’impresa: vengono forniti due schemi di procedure operative (ordinaria e semplificata), oltre ad alcune definizioni rilevanti (quale ad esempio quella di “probabilità d’insolvenza”) e ad un elenco di anomalie rilevanti (o “early warning”).

Ricorso straordinario per cassazione e provvedimento di omologa dell’accordo di ristrutturazione dei debiti

La Cassazione a sezioni unite, con la sentenza n. 26989 del 27 dicembre 2016, ha stabilito che il decreto della corte d’appello che decide sul reclamo proposto avverso il provvedimento che si pronuncia (in maniera positiva o negativa) in merito all’omologazione dell’accordo di ristrutturazione dei debiti è soggetto al ricorso straordinario per cassazione, in ragione del carattere decisorio di tale decreto e non essendo previsti altri mezzi di impugnazione.

Concordato annullabile anche in caso di atti di frode “atipici”

La Cassazione, con la sentenza 14 settembre 2016 n. 18090, ha stabilito che il concordato preventivo può essere annullato ai sensi dell’art. 186 L.F. qualora, al fine di alterare la situazione patrimoniale della società proponente, siano stati commessi atti di frode, non soltanto se riconducibili alle ipotesi previste dall’art. 138 L.F., ma, più genericamente, purché idonei ad indurre i creditori in errore sulla fattibilità e sulla convenienza economica del concordato proposto.

Ammissibile la falcidia IVA nel concordato preventivo

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea, con la sentenza C-546/2014 del 7 aprile 2016, ha stabilito che l’art. 4 del TUE e la Direttiva 2006/112/CE, relativa al sistema comune d’imposta sul valore aggiunto, non ostano a un’interpretazione della normativa nazionale (la Legge Fallimentare) volta a consentire all’imprenditore che si trovi in stato di crisi o di insolvenza la presentazione di una domanda di concordato preventivo liquidatorio, che preveda il pagamento parziale dell’IVA, se accompagnata dalla relazione di un esperto indipendente, il quale attesti che non risulterebbe possibile il soddisfacimento in misura maggiore di tale debito in caso di fallimento.

Il professionista attestatore di cui all’art. 67, comma 3, lett. D), L.F. non è pubblico ufficiale

La Cassazione, con la sentenza 9542/2016, ha stabilito che il professionista attestatore, incaricato di redigere la relazione di cui all’art. 161, comma 3, L.F. nell’ambito del concordato preventivo, non assume la qualifica di pubblico ufficiale, con la conseguenza che non è configurabile a suo carico il reato di falso ideologico; qualifica che è invece espressamente attribuita dalla Legge Fallimentare ad altri soggetti, quali il curatore, il commissario giudiziale e il commissario liquidatore.

Il nuovo art. 163 bis L.F.: le offerte concorrenti nel concordato preventivo

Il nuovo art. 163 bis L. F., introdotto dal D.L. 27 giugno 2015 n. 83 convertito con modificazioni dalla L. 6 agosto 2015, n. 132, è uno degli strumenti inseriti dal legislatore per incrementare la concorrenza nell’ambito del concordato preventivo. La nuova disposizione, rubricata “offerte concorrenti”, intende infatti porre fine alla diffusa prassi dei c.d. “concordati chiusi”, ossia piani di concordato fondati sulla cessione dell’azienda, di un suo ramo o di un cespite particolarmente significativo ad un soggetto predeterminato, sovente già individuato nella fase antecedente la presentazione del ricorso ai sensi dell’art. 161 L.F.- In particolare, tale prassi prevedeva la stipula di un contratto di cessione dell’azienda sospensivamente condizionato all’omologazione del concordato, spesso preceduto da un contratto d’affitto al fine di conservare il valore di funzionamento del complesso aziendale nell’ottica di un maggiore soddisfacimento dei creditori. In alcuni casi la cessione dell’azienda era talvolta conclusa dopo la presentazione di una domanda di concordato con riserva ai sensi dell’art. 161, VI comma, a seguito di apposita istanza volta ad ottenere l’autorizzazione del giudice trattandosi naturalmente di un’operazione di carattere straordinario. L’accordo veniva poi recepito nel piano concordatario e sottoposto all’approvazione dei creditori i quali si trovavano, in assenza di alternative, di fatto costretti ad approvare un concordato che prevedeva la cessione di determinati cespiti a condizioni inferiori a quelle di mercato e spesso a soggetti compiacenti o comunque legati al debitore.

La nuova disposizione intende porre fine a queste prassi, ritenendole produttive di effetti distorsivi sul mercato, introducendo l’obbligo di esperire una procedura competitiva in relazione al bene oggetto del negozio di  trasferimento.

Con particolare riferimento alle offerte oggetto della procedura competitiva, il primo comma della disposizione ne definisce le caratteristiche, precisando che devono intendersi ricomprese differenti tipologie negoziali, sia di carattere unilaterale che bilaterale, quali, a titolo esemplificativo, offerta semplice, offerta irrevocabile o contratto preliminare. L’offerta deve prevedere il trasferimento dell’azienda, del ramo d’azienda o di un singolo cespite a fronte di una controprestazione in denaro o comunque di carattere oneroso, come un negozio permutativo quale la datio in solutum o la cessione di crediti. La formulazione della disposizione consente di applicare l’istituto a una molteplicità di ipotesi tra loro differenti sia per tipologia sia per modalità di realizzazione, al fine di favorire il più possibile la conservazione dei valori del complesso aziendale, ove possibile anche grazie alla prosecuzione dell’attività produttiva. Il trasferimento può essere immediato o, precisa il primo comma, avere luogo anche in un momento successivo, e sarà questa di norma la prassi, a fronte delle tempistiche e delle modalità normalmente necessarie per la procedura. Il trasferimento può avvenire anche prima dell’omologazione dell’accordo, o addirittura prima della presentazione del piano, ponendosi così fine al dibattito circa la possibilità di compiere atti di carattere anticipatorio nella fase ante-omologa.

Quanto allo svolgimento della procedura, prevede il secondo comma che il decreto del tribunale stabilisce le modalità di presentazione delle offerte, in maniera tale che ne sia assicurata la comparabilità, i requisiti di partecipazione degli offerenti, le forme e i tempi di accesso alle informazioni rilevanti,  le modalità di svolgimento della procedura competitiva, le garanzie che devono essere prestate dagli offerenti, le forme di pubblicità del decreto e la data dell’udienza per l’esame delle proposte.

Il terzo comma disciplina in concreto le modalità di svolgimento della gara tra i vari offerenti, prevedendo che all’udienza fissata per il loro esame le offerte siano rese pubbliche e, in presenza di più proposte migliorative, il giudice disponga una gara tra gli offerenti. Essa può avere luogo alla medesima udienza o ad un’udienza immediatamente successiva, in modo tale che eventuali offerenti non presenti possano essere avvisati dell’apertura della gara. È importante precisare che la procedura competitiva deve necessariamente concludersi prima dell’adunanza dei creditori, in modo tale che i medesimi siano messi nelle condizioni di esprimere in maniera informata il proprio consenso alla proposta in sede di votazione, e ciò indipendentemente dal fatto che il trasferimento abbia luogo prima o dopo l’omologazione del concordato. E’ appena il caso di precisare che l’ultimo periodo del terzo comma dell’art. 163 bis L.F. stabilisce che, in caso di vendita o aggiudicazione a soggetto diverso da quello che ha formulato la proposta iniziale, quest’ultimo è liberato di tutte le obbligazioni eventualmente assunte nei confronti del debitore e che il commissario dispone a suo favore il rimborso delle spese e dei costi sostenuti per la formulazione dell’offerta entro il limite massimo del 3% del prezzo in essa indicato.

Vista la sua recente introduzione, la norma ha sino ad oggi trovato limitata applicazione in giurisprudenza. Tra le poche pronunce in materia si colloca il Decreto del Tribunale di Bergamo del 23 dicembre 2015, emesso nell’ambito di una procedura di concordato preventivo con riserva seguita da R&P Legal, con il quale il giudice ha autorizzato l’affitto d’azienda, prevedendo il differimento dell’esperimento della procedura competitiva. Il Tribunale, richiamando il disposto di cui all’art. 163 bis, ultimo comma, L.F. - che consente di applicare la procedura competitiva in quanto compatibile con gli atti di straordinaria amministrazione che necessitano di un’autorizzazione del tribunale durante il periodo intercorrente tra la presentazione della domanda di concordato con riserva e l’ammissione alla procedura concorsuale - ha ritenuto possibile differire l’esperimento della procedura competitiva al momento della cessione dell’azienda, e ciò al fine di permettere la continuazione dell’attività che sarebbe stata altrimenti compromessa. La ritenuta “non compatibilità” della procedura competitiva con le esigenze di salvaguardia del complesso aziendale costituisce dunque, secondo quanto stabilito dal Tribunale di Bergamo, la giustificazione del rinvio della procedura medesima al momento della cessione dell’azienda. La decisione, giustificata dalle peculiarità dell’attività svolta dalla società in concordato (una fonderia), si è resa necessaria sia al fine di evitare un’interruzione della produzione, che sarebbe stata altrimenti compromessa a causa degli elevati costi per lo spegnimento e la riaccensione dei forni, sia per salvaguardare i clienti della società che necessitavano di un approvvigionamento di prodotti finiti senza soluzione di continuità, anche al fine di evitare l’applicazione delle penali previste nei contratti di fornitura.

Legge Fallimentare. Articolo 163 bis. Le prime pronunce dei Tribunali.

Il Sole 24 ore in un articolo pubblicato il 10 febbraio 2015 ha effettuato un’analisi sulle prime decisioni dei Tribunali sulla necessità di effettuare procedure competitive per il trasferimento di aziende o di beni appartenenti a società in concordato. Tra queste il decreto del Tribunale di Bergamo del 23 dicembre 2015 relativo ad una società assistita da ReP Legal che aveva presentato una domanda di concordato in bianco. La peculiarità dell’attività esercitata dalla società (una fonderia) presupponeva che il contratto di affitto venisse stipulato immediatamente per non compromettere la continuità aziendale. In considerazione della comprovata urgenza il Tribunale ha stabilito che il contratto di affitto poteva essere stipulato immediatamente rimandando ad un momento successivo l’esperimento della procedura competitiva. Ciò ha consentito la prosecuzione dell’attività senza sostanziali soluzioni di continuità e la salvaguardia di oltre 100 posti di lavoro.

Affitto del ramo d’azienda e differimento della procedura competitiva ex art. 163 bis L.F.

Con decreto del 23 dicembre 2015, il Tribunale di Bergamo, al fine di salvaguardare l’integrità e il valore del ramo aziendale, ha autorizzato l’affitto immediato del ramo d’azienda, nonché il compimento di lavori di manutenzione straordinaria da parte dell’affittuario, durante la fase di concordato preventivo con riserva, procrastinando l’esperimento della procedura competitiva, introdotta dal nuovo art. 163 bis L.F., al termine dell’affitto ovvero nella fase di cessione dell’azienda.

Restiamo in contatto

Ricevi gratuitamente la nostra newsletter.

Il Blog di Riccardo Rossotto

Visita il Blog di Riccardo Rossotto.

Torino
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milano
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Roma
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy
Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy