Call Us +39 011 55.84.111

  • R&P Legal

    Spirito di squadra, conoscenza del business dei clienti, visione strategica, disponibilità, passione, fondamento etico, costo compatibile.

  • Puntiamo sulla competenza

    R&P Legal è uno studio italiano full service, indipendente e con primarie connessioni internazionali, fondato nel 1949.

  • Trattiamo con il mondo... da vicino

    Contiamo su un’articolata rete di primari studi legali di comprovata esperienza nelle principali giurisdizioni estere.

R&P Legal è uno studio legale indipendente, fondato nel 1949, con sei sedi in Italia e con primarie connessioni internazionali, dove lavorano più di centocinquanta professionisti qualificati che forniscono assistenza full service.

Ultime notizie

Prev Next

Roberto Randazzo interviene al Social Enterprise Word Forum in Addis Abeba, Etio…

La Redazione - avatar La Redazione - 22-10-2019 - Charities & Social Enterprises

R&P Legal consolida la presenza in Africa ed il coinvolgimento sui temi del social business, finanza d‘impatto ed innovazione sociale a livello globale. Dal 23 al 25 ottobre Roberto Randazzo parteciperà al Social Enterprise Word Forum (SEWF) di Addis Abeba, dove si discuterà del ruolo, delle potenzialità e delle prospettive di crescita dell’imprenditori...

Leggi tutto

Action for 5G – Vodafone lancia un bando con interessanti opportunità di finanzi…

Marco Gardino - avatar Marco Gardino - 22-10-2019 - Startup

Vodafone lancia un bando con una dotazione di 2,5 mln di Euro rivolto a startup, piccole e medie imprese e imprese sociali con progetti innovativi da sviluppare o potenziare con la tecnologia 5G. Possono essere candidati progetti, soluzioni e innovazioni sinergici con la strategia di Vodafone e che mettano in campo almeno uno dei Fattori 5G nei settori di in...

Leggi tutto

Lo squilibrio economico tra i coniugi non costituisce elemento decisivo per l’at…

Maria Grazia Passerini - avatar Maria Grazia Passerini - 22-10-2019 - Famiglia e Successioni

La Corte d’Appello di Milano, con sentenza del 3.7.2015, aveva stabilito che l’ex moglie dovesse contribuire alle sole spese straordinarie riguardanti la figlia in comune con l’ex marito, presso il quale la minore era stata collocata, con esclusione di contribuzione al mantenimento. Aveva, inoltre, stabilito che l’ex marito dovesse versare un contributo al m...

Leggi tutto

Emiliano Giovine interviene all'East African Regional Dialogue on Migration and …

La Redazione - avatar La Redazione - 22-10-2019 - Charities & Social Enterprises

R&P Legal consolida il proprio coinvolgimento nell'ambito di importanti iniziative di policy making e capacity building sul territorio africano.  Il 22 e il 23 ottobre Emiliano Giovine interverrà come relatore all'East African Regional Dialogue, organizzato da UNCTAD e UN-Habitat in Uganda, sul tema dello sviluppo urbano e dell'integrazione di migranti ...

Leggi tutto

Il Garante privacy spagnolo ha sanzionato la compagnia aerea Vueling per non ave…

Chiara Agostini - avatar Chiara Agostini - 21-10-2019 - Privacy & Data Protection

La agencia Española de Protección de Datos (di seguito, “AEPD”) ha sanzionato Vueling con una multa pari a 30.000 euro (riducibile a 18.000 euro in caso di pagamento immediato in un’unica soluzione) per non aver dato agli utenti del proprio sito web la possibilità di gestire le proprie preferenze sulle tipologie di cookie installati, ovvero di opporsi al rel...

Leggi tutto

Conferenza stampa di presentazione di Italia Africa Business Week

La Redazione - avatar La Redazione - 18-10-2019 - News

Martedì 22 ottobre alle ore 10.30, presso la Fondazione Eni Enrico Mattei, si terrà la conferenza stampa di presentazione del Forum Italia Arica Business Week – IABW. L’evento, che avrà luogo il 26 e 27 novembre presso MiCO – Milano Convention Center, è un forum economico organizzato con l’obiettivo di mettere in contatto imprenditori, investitori, consulen...

Leggi tutto

R&P Legal partner strategico della terza edizione di Italia Africa Business …

La Redazione - avatar La Redazione - 07-10-2019 - News

R&P Legal, con il coinvolgimento dei partner Roberto Randazzo e Lorenzo Lamberti, consolida il proprio ruolo a supporto dello sviluppo di nuove opportunità di business tra Italia ed Africa. R&P Legal è, infatti, partner strategico del forum “Italia Africa Business Week” che si terrà a Milano il 26-27 Novembre presso il MiCO - Milano Convention Center...

Leggi tutto

Il rispetto delle distanze vale anche se i fabbricati sono obliqui

Daniele Merighetti - avatar Daniele Merighetti - 07-10-2019 - Responsabilità Civile e Risarcimento Danni

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 24471 del 1 ottobre 2019, ha stabilito che il rispetto delle distanze tra costruzioni che si fronteggiano vale anche se i fabbricati hanno andamento obliquo. Secondo la Suprema Corte, infatti, l’obbligo di edificare a una certa distanza dal confine deve comunque essere interpretato in applicazione del principio di ...

Leggi tutto

Tribunale di Roma: la celebre immagine di Falcone e Borsellino non è un’opera d’…

Nicola Berardi - avatar Nicola Berardi - 07-10-2019 - Intellectual Property

“La fotografia quale opera d’arte presuppone […] una lunga accurata scelta da parte del fotografo del luogo, del soggetto, dei colori, dell’angolazione, dell’illuminazione e si concretizza in uno scatto unico, irripetibile nel quale l’autore sintetizza la sua visione del soggetto. Il fotografo deve quindi avere in mente un obiettivo pittorico e creativo di...

Leggi tutto

Car Clinic: emessa seconda tranche del minibond

La Redazione - avatar La Redazione - 03-10-2019 - News

Car Clinic, azienda specializzata nella riparazione di carrozzerie di autovetture e veicoli commerciali, in data 23 settembre, ha emesso una seconda tranche, di importo pari a 1 milione di euro, del prestito obbligazionario quotato sul mercato ExtraMOT PRO3 di Borsa Italiana. L’importo è stato sottoscritto interamente da ICCREA Banca Impresa SpA...

Leggi tutto

R&P Legal con Spes nel progetto Pernigotti

La Redazione - avatar La Redazione - 03-10-2019 - News

R&P ha affiancato la cooperativa Sociale SPES nell’elaborazione del progetto di reindustrializzazione della storica Società Pernigotti, gestendo le fasi della complessa trattativa sindacale e della definizione degli assetti contrattuali. R&P ha fornito il proprio supporto con l’impegno del Senior Partner Avv. Riccardo Rossotto e del Partner Avv. Pier...

Leggi tutto

R&P Legal nell’acquisizione di Barene Group

La Redazione - avatar La Redazione - 02-10-2019 - News

R&P Legal ha assistito il GRUPPO 360 PAYEMENT SOLUTIONS di Fiorenzuola D’Arda nell’acquisizione di Barene Group che rappresentava il ramo dei servizi marittimi per il settore trasporti del gruppo olandese Burger Group. L’acquisizione ha riguardato le attività olandesi, belghe e tedesche di Barene Group. L’operazione è stata seguita per gli acquirenti dal...

Leggi tutto

Corte di Giustizia UE: è lecito l’uso di link ipertestuali per esercitare il dir…

Nicola Berardi - avatar Nicola Berardi - 02-10-2019 - Intellectual Property

Con sentenza del 29/07/2019 (causa C-516/17), la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha fornito numerose interpretazioni in materia di (i) eccezioni ai diritti di riproduzione e comunicazione di opere tutelate dal diritto d’autore, (ii) diritto di cronaca e (iii) diritto di citazione. La fattispecie riguardava un articolo scritto nel 1988 dal membro del ...

Leggi tutto

Un caso recente di denuncia di mobbing nell’attività sportiva professionistica: …

Roberto Testa - avatar Roberto Testa - 01-10-2019 - Lavoro e Relazioni Industriali

Come in tutti i contesti lavorativi, anche nel mondo calcio - proprio per gli elevati interessi in gioco, soprattutto di natura economica – si registrano, sempre più di frequente, situazioni e casi in cui gli atleti professionisti, anche di grande fama e livello internazionale denunciano di essere stati vittime di condotte riconducibili a categorie ricorrent...

Leggi tutto

Pubblicato l’aggiornamento del Volume “Guida di diritto sanitario” a cura di Lor…

La Redazione - avatar La Redazione - 25-09-2019 - News

La Guida, pubblicata da Wolters Kluver  e curata dai legali del dipartimento interdisciplinare sanità di R&PLegal unitamente ad altri professionisti del settore (avv. Mario Araneo, Prof. Luigi Recchioni), è l'aggiornamento dell’edizione  pubblicata nel 2012 e riporta le numerose e rilevanti modifiche legislative intervenute nel settore, con particolare r...

Leggi tutto

Compatibilità della titolarità di cariche sociali nell’ambito di società di capi…

Luisa Maria Pozzi - avatar Luisa Maria Pozzi - 24-09-2019 - Lavoro e Relazioni Industriali

Con il messaggio 3359 del 17.09.2019 Inps, rivolgendosi agli operatori economici ed alle strutture territoriali dell’Istituto, tenendo presente le pronunce giurisprudenziali intervenute, a trenta anni dalla Circolare 179 del 8.08.1989, ha analizzato la questione della compatibilità delle cariche sociali all’interno delle società di capitali con lo svolgiment...

Leggi tutto

R&P Legal al fianco di ITT Italia S.r.l. nell'attivazione del “Joint Lab Uni…

La Redazione - avatar La Redazione - 24-09-2019 - Charities & Social Enterprises

R&P Legal consolida il proprio ruolo a supporto di iniziative di ricerca e sviluppo altamente innovative assistendo la società ITT Italia S.r.l., leader internazionale nella progettazione, e produzione di pastiglie freno e materiale d'attrito per il settore automotive, nella creazione del "Joint Lab Unito-ITT", in collaborazione con l'Università degli St...

Leggi tutto

Luigi M. Macioce ed Andrea E. M. Eliseo inseriti nell'elenco dei Leaders Club di…

La Redazione - avatar La Redazione - 24-09-2019 - News

l nostri Luigi M. Macioce ed Andrea E. M. Eliseo sono stati annoverati tra i Leaders Club. Tale elenco viene stilato a cura dell’editore We Wealth, testata operante nel settore del Wealth Management e dei Family Office. 

Leggi tutto

Gli avvocati Riccardo Rossotto, Luca Egitto e Monica Togliatto tra i relatori de…

La Redazione - avatar La Redazione - 23-09-2019 - News

Gli avvocati Riccardo Rossotto, Luca Egitto e Monica Togliatto di R&P Legal interverranno, in veste di relatori, al convegno organizzato da Paradigma presso il Baglioni Hotel Carlton il 1° ottobre p.v. sul tema “Social Media Marketing tramite influencer, testimonial & celebrity”.In allegato il programma dei lavori e le informazioni per l’iscrizione...

Leggi tutto

Commette autoriciclaggio l’imprenditore che reinveste in azienda il profitto del…

Valeria Valentini - avatar Valeria Valentini - 20-09-2019 - Criminal Law

Con la sentenza n. 37606 depositata l’11.9.2019, la Sezione II della Cassazione è tornata a definire i contorni del reato di autoriciclaggio disciplinato dall’art. 648-ter.1 c.p. La vicenda, assai nota, riguarda ipotesi di truffa realizzata mediante la vendita di diamanti a prezzi maggiorati rispetto al valore di mercato effettuata da una società attraverso ...

Leggi tutto

Il danno catastrofale è risarcibile anche se il decesso avviene a poche ore dal …

Daniele Merighetti - avatar Daniele Merighetti - 19-09-2019 - Responsabilità Civile e Risarcimento Danni

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 23153 del 17 settembre 2019, ha stabilito che non si può automaticamente escludere il risarcimento del danno catastrofale agli eredi della vittima per il solo fatto che il decesso si sia verificato a poche ore (nel caso di specie, appena due) dal sinistro.

Leggi tutto

La riforma del lavoro nell’ordinamento sportivo

Roberto Testa - avatar Roberto Testa - 19-09-2019 - Lavoro e Relazioni Industriali

di Roberto Testa e Mario Gatti Con la Legge n. 96 del 2019, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 191 del 16.08.2019 ed in vigore a partire dal 31 agosto 2019 è stata attribuita ampia delega al Governo, affinché provveda alla riforma dell’ordinamento sportivo e delle professioni sportive. Il Governo è delegato ad adottare - entro 12 mesi dall’entrata in v...

Leggi tutto

Andrea E. M. Eliseo relatore ad una tavola rotonda incentrata sulla pianificazio…

La Redazione - avatar La Redazione - 17-09-2019 - Wealth Management & Private Client

Andrea E. M. Eliseo – Of  Counsel dello Studio R&P Legal – parteciperà in qualità di relatore  ad una tavola rotonda incentrata sui temi della pianificazione del patrimonio e del passaggio generazionale. La discussione verterà sull’analisi di strutture domestiche e internazionali in grado di salvaguardare nel tempo la consistenza e la redditività dei gr...

Leggi tutto

Dal Garante tedesco il primo modello di accordo di contitolarità ex art. 26 GDPR

Elena Forzano - avatar Elena Forzano - 17-09-2019 - Privacy & Data Protection

di Elenza Forzano e Serena Sibona 1. L’iniziativa del Garante di Baden-Württemberg Recentemente, l’Autorità garante per la protezione dei dati personali della regione Baden-Württemberg in Germania (di seguito, per brevità, “Garante”) ha predisposto un modello di accordo di contitolarità del trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 26 del Reg. (UE)...

Leggi tutto

ICC pubblica i nuovi Incoterms® 2020

Marco Gardino - avatar Marco Gardino - 16-09-2019 - Contratti d'Impresa

L’International Chamber of Commerce (ICC) ha lanciato in data 10 settembre i nuovi Incoterms® 2020. Come noto, Incoterms sono quei termini utilizzati ai fini delle importazioni ed esportazioni (nonché più in generale nelle compravendite internazionali), per definire diritti e oneri dei vari soggetti giuridici coinvolti.

Leggi tutto

Concordato e prescrizione del credito: gli atti di corrispondenza tra il credito…

Carola Mambrini - avatar Carola Mambrini - 13-09-2019 - Recupero Crediti & Esecuzioni

La Corte di Cassazione (ordinanza n. 20642 del 31.07.2019) ha ribadito che la previsione di cui al n. 6 dell’art. 2941 c.c., in materia di prescrizione dei crediti, non trova applicazione in ambito di concordato preventivo, in quanto i poteri di gestione di pertinenza del liquidatore, diretti alla cura degli interessi dei creditori e del debitore, non sono g...

Leggi tutto

Pubblicate le linee guida per la redazione del bilancio sociale degli enti del T…

Giuseppe Taffari - avatar Giuseppe Taffari - 10-09-2019 - Charities & Social Enterprises

Lo scorso 9 Agosto è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto del 4 Luglio 2019 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, che contiene le linee guida per la redazione del bilancio sociale degli enti del Terzo settore.

Leggi tutto

Pubblicato il modello del Garante Privacy sulla notifica delle violazioni dei da…

Chiara Agostini - avatar Chiara Agostini - 05-09-2019 - Privacy & Data Protection

Il Garante per la protezione dei dati personali (“Garante Privacy”), in data 30 luglio 2019, ha emanato il provvedimento n. 157/2019 in tema di notifica delle violazioni di dati personali, anche note come Data Breach, contenente in allegato il nuovo modello per tale notifica.

Leggi tutto

Andrea E. M. Eliseo è intervenuto sul periodico Patrimonia & Consulenza con …

La Redazione - avatar La Redazione - 03-09-2019 - Wealth Management & Private Client

Pubblicato sulla rivista Patrimonia & Consulenza un articolo intitolato: “ GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI: DALLA PANCIA AL CERVELLO” redatto da Andrea E. M. Eliseo – Of  Counsel dello Studio R&P Legal – insieme ad Eugenio De Vito e Luca Mercogliano, rispettivamente CEO & Founder e Head of Marketing & Communication del Family Office sabaud...

Leggi tutto

L'Avv. Luigi M. Macioce autore di un articolo su Patrimonia & Consulenza int…

La Redazione - avatar La Redazione - 03-09-2019 - Wealth Management & Private Client

L’Avv. Luigi M. Macioce – Partner dello Studio R&P Legal –  ha pubblicato sulla rivista Patrimonia & Consulenza un articolo intitolato: “ FAMILY OFFICE: CAPITALI DI RITORNO”. L’articolo analizza le novità introdotte attraverso la Legge di Bilancio 2017 ed il Decreto Crescita 2019 evidenziando come queste siano volte ad aumentare l’appeal del nostro ...

Leggi tutto

Riconoscimento facciale nelle scuole, in Svezia sanzione di Euro 20.000,00

Ludovica Ceretto - avatar Ludovica Ceretto - 02-09-2019 - Privacy & Data Protection

L’Autorità di controllo svedese, la Datainspektionen, ha sanzionato una scuola per aver introdotto un sistema di riconoscimento facciale per il controllo delle presenze degli studenti, ritenendo che, seppure la scuola avesse ottenuto il consenso degli studenti, tale base giuridica non poteva dirsi corretta per procedere al trattamento dei dati biometrici deg...

Leggi tutto

Diritto all’immagine e riprese tv: il dissenso del soggetto ritratto prevale sul…

Nicola Berardi - avatar Nicola Berardi - 28-08-2019 - Intellectual Property

Il diritto all’immagine, “concretandosi nella facoltà di apparire se e quando si voglia, costituisce una manifestazione della libertà individuale, che si traduce nella possibilità di mostrarsi agli altri solo quando si abbia interesse a farlo o non si abbia interesse a non farlo, ed è tutelato dalla legge anche nel caso in cui la riproduzione o la diffusione...

Leggi tutto

Sanzione di Euro 150.000,00 dell’Autorità di vigilanza greca (HDPA) per errata i…

Ludovica Ceretto - avatar Ludovica Ceretto - 21-08-2019 - Privacy & Data Protection

L’HDPA ha condotto un’indagine circa la corretta individuazione della base legale del trattamento dei dati personali dei dipendenti di Pricewaterhousecoopers Business Solutions SA (PWC BS). Nella decisione n. 26/2019 l’Autorità ellenica ha ribadito come, affinché il trattamento dei dati personali possa dirsi lecito, e dunque conforme ai requisiti imposti dal...

Leggi tutto

End of waste: in corso l’indagine conoscitiva avviata dalla Commissione ambiente…

Maria Cristina Breida - avatar Maria Cristina Breida - 19-08-2019 - Ambiente & Energia

E’ in corso l’indagine conoscitiva avviata dalla Commissione ambiente della Camera dei deputati sulla normativa concernente la cessazione della qualifica di rifiuto (“end of waste”), uno degli snodi fondamentali per lo sviluppo dell’economia circolare.

Leggi tutto

R&P Legal nel passaggio di Pool Service a Bluegem

La Redazione - avatar La Redazione - 30-07-2019 - News

Bluegem Capital Partners ha annunciato oggi di aver raggiunto un accordo per l’acquisizione dell’intero capitale sociale di Pool Service, gruppo varesino specializzato in trattamenti tricologici professionali e proprietario del brand Medavita, da Accord Management e dalla famiglia Cattaneo.

Leggi tutto

R&P Legal nomina quattro nuovi soci

La Redazione - avatar La Redazione - 26-07-2019 - News

R&P Legal ha nominato quattro nuovi soci: gli avvocati Nicola Carù, esperto di corporate ed M&A, Pasquale Morra, esperto di diritto amministrativo, Alessandro Racano, penalista, Giuseppe Taffari, esperto di Charity & Social Enterprises. Nicola Carù e Giuseppe Taffari sono crescite interne dello Studio, con cui collaborano dall’inizio della loro ...

Leggi tutto

Spiare le mail del proprio capo integra il reato di accesso abusivo

Piero Magri - avatar Piero Magri - 23-07-2019 - Criminal Law

In una recente sentenza, il Tribunale di Milano ha stabilito che, nonostante il rapporto privilegiato tra dipendente e amministratore delegato e la consegna della password di accesso al servizio mail, la condotta dell’operatore che, pur essendo abilitato, acceda o si mantenga all’interno del sistema per ragioni estranee rispetto a quelle per le quali la faco...

Leggi tutto

International Negotiation Competition in Tokyo – Great result for the University…

La Redazione - avatar La Redazione - 23-07-2019 - News

The University of Trento team – Law Faculty, composed by students Marco Baio, Luca De Rosa and Martina Lucin, and coordinated by Prof. Silvana dalla Bontà, achieved an exceptional result at the International Negotiation Competition recently held in Tokyo. The team was awarded the 7th place (1° European team not speaking English as first language).

Leggi tutto

International Negotiation Competition di Tokyo – Ottimo risultato per il Team de…

La Redazione - avatar La Redazione - 22-07-2019 - News

Il team di degli studenti dell’Università di Trento – Facoltà di Giurisprudenza, composto da Marco Baio, Luca De Rosa e Martina Lucin, e coordinato dalla Prof.ssa Silvana dalla Bontà, si è eccezionalmente distinto nella International Negotiation Competition da poco conclusasi a Tokyo, conquistando la 7a postazione (1° team europeo non madrelingua).

Leggi tutto

Olanda: multa da 460mila euro all’Haga Hospital per violazione del GDPR

Chiara Agostini - avatar Chiara Agostini - 22-07-2019 - Privacy & Data Protection

L’Haga Hospital, situato a L’Aia, ha ricevuto una sanzione pari a 460 mila euro dal Garante per la protezione dei dati personali olandese (di seguito, “Garante”), a causa dell’insufficienza delle misure di sicurezza poste a tutela dei file dei pazienti, emersa a seguito del ricovero di una star di un reality televisivo, le cui cartelle cliniche erano state v...

Leggi tutto
Alessandro Racano

Alessandro Racano

Esperto dei reati societari, fallimentari, tributari e dei reati concernenti la tutela del marchio.

Profilo: http://www.replegal.it/it/cerca-i-professionisti/250-alessandro-racano.html

La particolare tenuità del fatto è applicabile anche ai reati tributari

L’art. 131-bis del c.p. prevede un’ipotesi di non punibilità per reati caratterizzati dalla presenza del requisito della particolare tenuità del fatto e della non abitualità della condotta.

In passato si era discusso circa la possibile applicabilità di tale istituto ad alcuni reati tributari e, in particolare, a quelli per i quali il legislatore aveva già previsto una predefinita soglia di “tolleranza” al di sotto della quale la condotta è già stata ritenuta penalmente non offensiva e quindi irrilevante (ad esempio il reato di omesso versamento IVA ex art. 10-ter, D. L.vo 74/00 che “scatta” solo in presenza di un mancato versamento pari ad almeno 250.000€).

Conference call e cognizione illecita di comunicazioni telefoniche

La sentenza in esame riguarda il caso di un soggetto che, dopo essersi ”introdotto” nella conference call in corso tra i componenti del CDA di una società, non aveva dichiarato la sua “presenza” ed era rimasto silente restando così in ascolto per diversi minuti all’insaputa degli altri partecipanti. Tale soggetto, che da qualche tempo non era più membro del CDA, era riuscito ad accedere alla “stanza virtuale” della call utilizzando il codice di accesso errroneamente trasmessogli via mail dalla segretaria della società. Ebbene, secondo il Tribunale tale condotta non integra il reato ex art. 617 c.p. in quanto difetta del requisito della “fraudolenza”: lo strumento utilizzato dall’imputato - ovvero un codice nè sollecitato, nè illecitamente ottenuto - era inidoneo ad eludere la possibilità di percezione della captazione da parte degli altri soggetti, né era intrinsecamente strumentale a “celare” l’intrusione.

Bancarotta semplice e responsabilità dei sindaci

Interessante sentenza emessa dal Tribunale Collegiale di Pordenone con riferimento al reato di bancarotta semplice ex art. 217 L.F. e responsabilità dei sindaci: a quest’ultimi era stato contestato il fatto di non aver sollecitato le procedure di fallimento/amministrazione straordinaria, né di aver presentato denuncia alla autorità giudiziaria ex art. 2409 c.c. pur a fronte di un evidente stato di dissesto della società. Ebbene, il collegio ha assolto i sindaci alla luce della assenza del nesso causale tra omissione ed evento in quanto non vi è prova che la invocata segnalazione alle autorità competenti da parte del collegio sindacale avrebbe comportato un minor aggravio del dissesto.

Il “nuovo” reato di dichiarazione infedele ha parzialmente abolito la fattispecie precedente

La recente riforma del 2015 ha modificato il reato di dichiarazione infedele sottraendo dalla cornice della norma quella parte della fattispecie ove si sanzionava la deduzione di costi – ontologicamente esistenti – privi dei criteri di inerenza e competenza. Una recente sentenza della Cassazione (sez. III, n. 30686 del 20/6/17) ha stabilito che tale nuova formulazione, ridisegnando la fattispecie, cotituisce una vera e propria abolitio criminis del reato, per quanto parziale. Conseguentemente coloro che hanno subito una condanna passata in giudicato ai sensi del “vecchio” art. 4, potranno ora agire in sede di incidente di esecuzione per ottenere la revoca del provvedimento.

Minaccia di licenziamento, invito alle dimissioni ed estorsione

Secondo il Tribunale di Napoli commette il reato di tentata estorsione il responsabile commerciale di una società che invita il dipendente addetto alla vendita presso un negozio di abbigliamento e dallo scarso rendimento lavorativo a firmare, entro il giorno successivo, le dimissioni correlate ad un incentivo economico e, di contro, prospetta un licenziamento qualificabile come privo di “giusta causa” o “giustificato motivo”. Ciò era avvenuto nel corso di un incontro a cui il lavoratore era stato urgentemente convocato senza spiegazioni di sorta, fuori dall’orario di lavoro e presso il magazzino del negozio, circostanze ritenute idonee ad incidere sulla capacità di autodeterminazione di quest’ultimo.

Usurpazione brevettuale e danno di particolare tenuità

 

il Tribunale di Milano ha accolto il patteggiamento “al minimo” a favore di una persona giuridica imputata ai sensi della “231” per il reato di usurpazione brevettuale ex art. 517 ter, c.p.  

L’ente aveva importato alcuni prodotti cinesi poi sequestrati in dogana perché realizzati in violazione del brevetto di una nota azienda tedesca la quale si era opposta al patteggiamento, a suo parere troppo favorevole, sottolineando la gravità intrinseca di ogni frode brevettuale.

La difesa ha però sostenuto che la mancata introduzione della merce sul mercato, il basso valore commerciale dei prodotti stessi e l’assenza di un concreto beneficio a favore dell’ente avevano generato un danno di particolare tenuità tale da giustificare un patteggiamento finale a €10.329 (ovvero il limite minimo invalicabile previsto dalla legge).

Il giudice di Milano applica la “Taricco” e disapplica le norme italiane in materia di prescrizione del reato

Il GUP di Milano ha rinviato a giudizio alcuni soggetti imputati per una frode IVA da 642 milioni. La notizia è sorprendente in quanto alcune di tali condotte si sarebbero dovute dichiarare pacificamente prescritte alla luce della normativa italiana. “Svista” del magistrato, quindi? Invero no. Il giudice si è limitato applicare la sentenza “Taricco” del 2015 emessa dalla Corte di Giustizia Europea secondo cui i Giudici comunitari dovranno disapplicare le leggi nazionali in materia di prescrizione in caso di gravi frodi ai danni degli interessi finanziari della UE. La partita però non è affatto chiusa. Per il 18 ottobre, infatti, si attende la decisione della Corte Costituzionale con cui si stabilirà se il predetto obbligo europeo possa o meno dirsi compatibile con il principio costituzionale di legalità.

Link alla fonte

Prime decisioni della Corte Costituzionale sul ne bis in idem

La Corte Costituzionale si è finalmente pronunciata su alcune questioni inerenti la violazione del principio del ne bis in idem, come interpretato dalla Corte di Strasburgo, in materia di abuso di mercato e di omesso versamento dell'IVA ex art. 10 ter, D. L.vo 74/00. Sulla base di quanto riportato nel comunicato dell'Ufficio Stampa della Corte, la Consulta ha concluso per l'inammissibilità di due delle questioni proposte e ha restituito gli atti al giudice rimettente per la terza, per sopravvenute modifiche legislative.

Si tratta di uno dei primi interventi della Corte con riferimento ad un importante tema su cui si sono già registrati diversi provvedimenti di merito non sempre tra loro coerenti. Non resta quindi che attendere le motivazioni per comprendere la portata di tali decisioni.

La Cassazione disapplica la prescrizione prevista dalla legge italiana in un caso di frodi IVA

Con la nota sentenza “Taricco” del settembre 2015 la Corte di Giustizia aveva stabilito che un regime nazionale prescrizionale troppo breve avrebbe ben potuto confliggere con quanto previsto dal diritto comunitario e, nel caso di specie, annullare gli effetti deterrenti di disposizioni penali previste in materia di frodi IVA.

Con una recentissima motivazione la Suprema Corte ha esaminato un caso simile a quello di cui sopra (relativo ad una dichiarazione fraudolenta mediante l’utilizzo di numerose fatture per operazioni inesistenti) ed ha quindi ritenuto di applicare per la prima volta il principio della sentenza “Taricco” con la dirompente conseguenza - decisamente gravosa per l’imputato - di “riallungare” la prescrizione oltre il limite previsto dalla legge penale secondo cui, invece, alcune condotte si sarebbero potute dichiarare già prescritte.

La riforma dei reati tributari e gli effetti del pagamento del debito tributario

La recente riforma dei reati tributari, introdotta con il D. Lgs. n. 158/15, ha modificato il principale corpo normativo di riferimento, ovvero il D. Lgs. n. 74/00. Certamente il legislatore non ha rivoluzionato il sistema penale tributario, ma si è piuttosto concentrato sul riordino della normativa esistente e sul perseguimento di alcuni obiettivi tra i quali la volontà di perseguire penalmente solo quelle violazioni contraddistinte da una certa gravità relegando al campo delle sanzioni amministrative fattispecie che, dal punto di vista dell’entità del debito tributario, non risultano eccessivamente elevate.

In ossequio a tale principio la riforma ha introdotto un nuovo regime regolante gli effetti in sede penale dell’estinzione di quanto dovuto dal contribuente.

Si tratta di una delle principali novità introdotte dalla riforma la quale riguarda la previsione di una causa generale di non punibilità a seguito del pagamento del debito tributario, regolata in termini differenti a seconda della tipologia e della gravità dei reati contestati.

Appare quindi immediatamente evidente la netta differenza di tale meccanismo rispetto a quello previsto della previgente normativa là ove l’estinzione del debito garantiva, invece, effetti premiali meno appetibili per l’imputato come la diminuzione della pena e la mancata applicazione delle sanzioni interdittive.

Veniamo ora la norma nel dettaglio.

Il comma 1 del “nuovo” art. 13, in particolare, stabilisce che l’estinzione integrale dei debiti tributari (anche a seguito delle speciali procedure conciliative e di adesione all’accertamento o del ravvedimento operoso)relativi ai reati di omesso versamento ex artt. 10 bis, 10 ter ed indebita compensazione ex art 10 quater, c.1, determinerà la non punibilità degli stessi, ma solo se tale pagamento interverrà prima della apertura del dibattimento.

Diverso e meno vantaggioso è invece il regime di “non punibilità” ora previsto al comma 2 per l’intervenuto pagamento dei debiti tributari conseguenti ai reati di dichiarazione infedele (art. 4) ed omessa dichiarazione (art. 5).

L’estinzione del reato, infatti, interverrà qualora i debiti tributari siano stati pagati con il ravvedimento operoso (nel primo caso, art. 4) o qualora la dichiarazione omessa sia stata presentata entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa al periodo di imposta successivo (nel secondo caso, art. 5); il pagamento però dovrà comunque intervenire prima che il contribuente autore del reato abbia avuto formale conoscenza di accessi, ispezioni, verifiche o dell’inizio di qualunque attività di accertamento o di procedimenti penali.

Conseguentemente per i reati di cui al secondo comma dell’art. 13 (artt. 4 e 5) - a differenza di quanto previsto per i reati di cui al primo comma (artt. 10-bis, 10-ter e 10-quater, c. 1) - l’adesione alle procedure conciliative non avrà alcun effetto in punto di non punibilità in quanto le stesse, va da sé, presuppongono una già intervenuta attività di controllo da parte della Amministrazione Finanziaria e quindi, in buona sostanza, la “formale conoscenza” da parte del contribuente.

Appare quindi evidente l’intento del legislatore che ha così voluto differenziare gli effetti premiali della estinzione del debito tributario sulla base della diversa insidiosità dei reati in questione: sarà quindi avvantaggiato il contribuente inadempiente che comunque non ha celato il proprio debito tributario (art. 10 bis, 10 ter e 10 quater c.1) rispetto a chi ha realizzato condotte caratterizzate da un più spiccato profilo fraudolento (art.4 e art. 5).

Inoltre il testo normativo in questione, che peraltro utilizza la medesima terminologia di cui alla L. 186/14 regolante la voluntary disclosure, non circoscrive con chiarezza la definizione della “formale conoscenza” di cui si è sopra detto; tale assenza di specificità, purtroppo, lascia ancora qualche dubbio in quanto non chiarisce, ad esempio, se l’invio e la ricezione di inviti e/o questionari possano o meno costituire una causa ostativa all’applicazione dell’art. 13.

Il comma 3 dell’art. 13, infine, regola il caso in cui il pagamento sia in corso di rateizzazione prima della apertura del dibattimento e, in tal caso, la legge prevede ora la possibilità, per l’autore del reato, di ottenere un termine di tre mesi (prorogabile, ove necessario, di altri tre mesi) per avvalersi della predetta causa estintiva.

Nei casi non previsti e regolati dall’art. 13, l’estinzione del debito tributario prima della apertura del dibattimento può altresì determinare l’applicazione delle circostanze del reato ora disciplinate all’art. 13 bis: si tratta di una circostanza attenuante speciale (che determina una diminuzione della pena fino alla metà) anch’essa correlata al pagamento dei debiti tributari prima della dichiarazione di apertura del dibattimento; sulla falsariga del testo previgente sarà possibile patteggiare il reato solo in presenza della predetta attenuante.

In ultima analisi va ricordato che il legislatore non ha previsto alcun regime transitorio da applicarsi ai procedimenti già pendenti al momento della entrata in vigore della riforma.

In buona sostanza ciò significa che tutti coloro che, al momento della entrata in vigore della riforma, sono imputati in un processo per un reato tributario ormai avviato (e quindi pendente oltre la fase dell’apertura del dibattimento) non potranno chiedere l’applicazione di tale nuova norma, anche se nel frattempo intervenuta.

La scelta, invero, è stata consapevole e volta a garantire un termine certo oltre il quale i giudici potranno o meno applicare tale nuovo istituto.

 

Restiamo in contatto

Ricevi gratuitamente la nostra newsletter.

Il Blog di Riccardo Rossotto

Visita il Blog di Riccardo Rossotto.

Torino
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milano
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Roma
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy
Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy