Call Us +39 011 55.84.111

  • R&P Legal

    Spirito di squadra, conoscenza del business dei clienti, visione strategica, disponibilità, passione, fondamento etico, costo compatibile.

  • Puntiamo sulla competenza

    R&P Legal è uno studio italiano full service, indipendente e con primarie connessioni internazionali, fondato nel 1949.

  • Trattiamo con il mondo... da vicino

    Contiamo su un’articolata rete di primari studi legali di comprovata esperienza nelle principali giurisdizioni estere.

R&P Legal è uno studio legale indipendente, fondato nel 1949, con sette sedi in Italia e con primarie connessioni internazionali, dove lavorano più di centocinquanta professionisti qualificati che forniscono assistenza full service.

Ultime notizie

Prev Next

Pedersoli Studio Legale con Chiorino nell’acquisizione del 100% di Kruse

La Redazione - avatar La Redazione - 05-08-2020 - Corporate M&A

Pedersoli Studio Legale ha assistito Chiorino S.p.A., società leader nella produzione di nastri di trasporto e di processo, nell’acquisizione del 100% del capitale sociale di Kruse S.r.l., società che produce e commercializza lastre di verniciatura, teli gommati per stampa offset, panni lavacaucciù e chimici per sala stampa e accessori.

Leggi tutto

Gli obblighi degli amministratori e la salvaguardia della continuità operativa d…

Paolo Grandi - avatar Paolo Grandi - 04-08-2020 - Corporate M&A

La finalità principale di molte delle misure attuate dal Governo italiano durante la crisi legata alla pandemia del Covid-19 è stata quella di tentare di evitare l’interruzione dell’attività delle imprese (ad esempio le norme in materia concorsuale che prevedono l’improcedibilità delle dichiarazioni di fallimento e la rimodulazione dei termini delle procedur...

Leggi tutto

R&P Legal nomina tre nuovi soci

La Redazione - avatar La Redazione - 03-08-2020 - News

R&P Legal ha nominato tre nuovi soci: gli avvocati Natalia Bagnato, esperta di Navigazione & Trasporti, Marco Gardino, esperto di Corporate ed M&A, Federica Pastorino, esperta di Corporate ed M&A. Natalia Bagnato è entrata nello studio nel 2010 facendo parte del team di Navigazione & Trasporti della sede di Roma, Marco Gardino ha iniziat...

Leggi tutto

Clausole claims made: il test della Cassazione al vaglio della giurisprudenza di…

Claudio Perrella - avatar Claudio Perrella - 31-07-2020 - Assicurazioni

di Claudio Perrella e Daniele D'Antonio Con la ormai nota pronuncia 22437 del 24 settembre 2018 le Sezioni Unite della Cassazione hanno delineato un nuovo test di “idoneità” della clausola claims made, al fine di valutare se nel caso specifico la pattuizione sia equilibrata. Alcune recentissime decisioni della Suprema Corte hanno peraltro dato indicazioni ...

Leggi tutto

Nasce ResQ, associazione Onlus per il salvataggio di vite umane in mare

La Redazione - avatar La Redazione - 31-07-2020 - Charities & Social Enterprises

A Milano, mercoledì 29 luglio 2020, è stata presentata la neocostituita ResQ, associazione Onlus per il salvataggio di vite umane in mare. L’associazione, che vede Emiliano Giovine del team Charity & Social Enterprises tra i soci fondatori e i membri del Consiglio Direttivo, nasce da un gruppo di amici e professionisti di varia estrazione e competenza...

Leggi tutto

L’avvocato Riccardo Rossotto intervistato da euromerci.it

La Redazione - avatar La Redazione - 29-07-2020 - News

Durante un’intervista pubblicata su euromerci.it, mensile online dedicato al settore della logistica, l’avvocato Riccardo Rossotto, senior partner di R&P Legal, affronta diversi temi legati all’attualità e al futuro del nostro Paese. Link alla fonte

Leggi tutto

Decreto Semplificazione: un’agevolazione agli aumenti di capitale sociale?

Fabrizio Iliceto - avatar Fabrizio Iliceto - 28-07-2020 - Corporate M&A

di Fabrizio Iliceto e Alfredo Della Bella In data 16 luglio 2020, il Governo ha approvato il decreto-legge n. 76 (il “Decreto Semplificazioni”), al fine di introdurre misure urgenti per la semplificazione e per l’innovazione digitale. Fra le misure più rilevanti per le imprese spicca l’art. 44 (rubricato Misure a favore degli aumenti di capitale), che intr...

Leggi tutto

Decreto Rilancio e procedure di trasferimento d’azienda: sempre più strategico i…

Roberto Testa - avatar Roberto Testa - 28-07-2020 - Contratti d'Impresa

di Roberto Testa e Mario Enrico Gatti Il 18 luglio 2020 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge n. 77 di conversione, con modificazioni, del c.d. Decreto Rilancio (D.L. 34/2020) recante misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19. Fra queste ...

Leggi tutto

Recupero crediti e patrimonio incapiente: quale tutela se il debitore cede i suo…

Daniele D'Antonio - avatar Daniele D'Antonio - 24-07-2020 - Recupero Crediti & Esecuzioni

Nel corso dei rapporti commerciali, soggetti privati, imprenditori o società che attraversano condizioni di temporanea difficoltà potrebbero decidere di trasferire i propri beni per procurarsi nuova liquidità. Tale scenario, già ricorrente, sembra destinato a verificarsi sempre più spesso a causa dell’impatto della pandemia da Covid-19 sull’economia mondial...

Leggi tutto

R&P Legal con il Gruppo Iren per l’acquisto delle partecipazioni Nord Ovest …

La Redazione - avatar La Redazione - 24-07-2020 - Corporate M&A

Il Gruppo Iren ha concluso per il tramite di Ireti S.p.A. e Amiat S.p.A. l’acquisizione della partecipazione pari al 50% della società Nord Ovest Servizi S.p.A (NOS) e per il tramite di Iren Energia S.p.A, l’acquisizione del 28% delle quote azionarie di Asti Energia e Calore S.p.A. (AEC), entrambe detenute da ASTA S.p.A., società del Gruppo C.I.E. (Compagnia...

Leggi tutto

Le garanzie internazionali nel settore dei macchinari e degli impianti industria…

Alessandro Paci - avatar Alessandro Paci - 24-07-2020 - Contratti d'Impresa

Nella prassi internazionale la fornitura di macchinari e impianti è spesso accompagnata dall’apertura di garanzie a tutela delle parti nel caso di mancata (o ritardata) esecuzione degli impegni previsti dal contratto. L’articolo fa il punto sulle recenti tendenze di settore, individuando le tipologie di garanzie più utilizzate ed offrendo suggerimenti prati...

Leggi tutto

Le misure sul trasporto aereo passeggeri introdotte dal Decreto Rilancio

Anna Masutti - avatar Anna Masutti - 24-07-2020 - Navigazione e Trasporti

di Anna Masutti e Francesco Mascolo Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge n. 77/2020 sono divenute definitive le misure introdotte nel settore del trasporto aereo dagli artt. 198, 202 e 203 del Decreto Legge n. 34 del 19 maggio 2020 (c.d. Decreto Rilancio). Nel dettaglio, l’art. 198 prevede l’istituzione di un Fondo di 130 milioni di euro ...

Leggi tutto

Confindustria Moda presenta la nuova pubblicazione sui contratti internazionali …

Paolo Grandi - avatar Paolo Grandi - 22-07-2020 - Contratti d'Impresa

di Paolo Grandi e Paola Iacovino Confindustria Moda, insieme allo studio legale R&P Legal e Beijing DHH Law Firm, ha presentato la nuova pubblicazione sui contratti internazionali nel mondo della moda. La pubblicazione, composta da una parte generale esplicativa delle clausole contrattuali fondamentali, comprende altresì una parte speciale dedicata ai ...

Leggi tutto

La business judgment rule in fase di startup

Stefano Chiarva - avatar Stefano Chiarva - 21-07-2020 - Corporate M&A

Il Tribunale di Roma con la sentenza del 6 aprile 2020 è intervenuto sulla questione della business judgement rule con particolare riferimento alle scelte organizzative della società. Nel caso di specie, sono stati contestati all’amministratore delegato ed al direttore generale di una società, la cui attività non era ancora iniziata, alcune scelte organizzat...

Leggi tutto

Cooperative sociali e bilancio sociale: il nuovo schema della regione Veneto

Federico Longo - avatar Federico Longo - 21-07-2020 - Charities & Social Enterprises

Lo scorso 23 giugno 2020 è stata approvata la Deliberazione n. 815 della Giunta regionale del Veneto avente ad oggetto “Individuazione di uno schema tipo di bilancio sociale per le cooperative sociali e i loro consorzi con sede legale nella regione del Veneto”. Le cooperative sociali, riconosciute come imprese sociali di diritto, sono infatti tenute – ai se...

Leggi tutto

La corretta acquisizione e gestione del consenso ai fini privacy come presuppost…

Chiara Agostini - avatar Chiara Agostini - 21-07-2020 - Privacy & Data Protection

Con il provvedimento emesso lo scorso 9 luglio, che ha visto Wind sanzionata per quasi 17 ml di euro, il Garante Privacy ha confermato l’importanza di strutturare l’attività di marketing nel rispetto del GDPR.

Leggi tutto

Corruzione e utilità nel mondo farmaceutico. Interpretazioni contrastanti per di…

Piero Magri - avatar Piero Magri - 21-07-2020 - Criminal Law

In un caso di corruzione nella sanità, il Tribunale di Milano ha recentemente depositato una sentenza (Trib. Milano, Sez. X, 3 marzo 2020, depositata il 30 giugno 2020) nella quale ha evidenziato, da una parte, che l’invio in massa e il carattere d’uso del regalo nell’ambito della medesima azienda sanitaria da parte della casa farmaceutica, “inducono a esclu...

Leggi tutto

Fine convivenza di fatto: quali somme vanno restituite all’ex?

Maria Grazia Passerini - avatar Maria Grazia Passerini - 21-07-2020 - Famiglia e Successioni

Il caso deciso dalla Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 11303/2020 riguarda un uomo e una donna, conviventi di fatto per oltre trent’anni, che insieme avevano avuto anche un figlio. L’uomo, nel corso della relazione, aveva ricevuto centinaia di migliaia di euro dalla compagna, somme non compatibili con la normale conduzione del ménage famigliare...

Leggi tutto

Gianluca Morretta relatore al webinar organizzato da UIBM, EUIPO e Innexta in ma…

La Redazione - avatar La Redazione - 20-07-2020 - Intellectual Property

L’avvocato Gianluca Morretta parteciperà, in veste di relatore, al webinar organizzato il 22 luglio 2020 da UIBM, EUIPO e Innexta in collaborazione con la Camera di Commercio di Verona in materia di “Blockchain per la tutela del made in Italy: le potenzialità nel settore agrifood” trattando il tema “Agrifood come palestra di innovazione: come ottenere un van...

Leggi tutto

Il condominio non ha potere per imporre interventi alle singole proprietà

Daniele Merighetti - avatar Daniele Merighetti - 16-07-2020 - Responsabilità Civile e Risarcimento Danni

La Sezione II della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 14300 del 8 luglio 2020, ha stabilito che, in tema di condominio di edifici, i poteri dell’assemblea non possono invadere la sfera di proprietà dei singoli condomini, sia in ordine alle cose comuni che a quelle esclusive, tranne che una siffatta invasione sia stata da loro espressamente e specificat...

Leggi tutto

Anthilia sottoscrive tranche bond Brazzale da 4 milioni

La Redazione - avatar La Redazione - 15-07-2020 - Banking & Finance

Anthilia BIT III e Anthilia BIT IV Co-Investment Fund hanno sottoscritto la seconda tranche, pari ad un valore complessivo di 4 milioni di euro, del prestito obbligazionario emesso dal gruppo Brazzale, realtà attiva nel settore della produzione di burro e formaggi. L’emissione della seconda tranche, si legge in un comunicato, fa seguito alla prima tranche, ...

Leggi tutto

R&P Legal con Vimar 1991 nella cessione dell’attività al Gruppo Chanel

La Redazione - avatar La Redazione - 14-07-2020 - News

R&P Legal e Stelé & Partners hanno rappresentato, rispettivamente, Vimar 1991 e Chanel nella transazione. Vimar 1991, società con sede in Carisio, nel vercellese, ha confermato l’acquisizione dell’attività di creazione, sviluppo e produzione di filati da parte di Chanel.   Lo studio R&P Legal ha assistito Vimar 1991 con la partner Anna Frument...

Leggi tutto

Nasce Ri-Generiamo Società Benefit

La Redazione - avatar La Redazione - 08-07-2020 - Charities & Social Enterprises

È stata presentata ieri “Ri-Generiamo”, una nuova società benefit nata dalla collaborazione tra l’Associazione Bricolage del Cuore, la Cooperativa Sociale Agricoltura Capodarco, la Cooperativa Sociale Liberitutti, l’Impresa Sociale Con Voi Lavoro, con il supporto di Leroy Merlin. All’evento di presentazione hanno partecipato, fra gli altri, il Prof. Enrico G...

Leggi tutto

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto di recepimento della Direttiva PIF

Letizia Catalano - avatar Letizia Catalano - 08-07-2020 - Criminal Law

Il 15 luglio scorso è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il D. Lgs. 14 luglio 2020, n. 75 (in vigore dal 30 luglio prossimo) recante “Attuazione della direttiva (UE) 2017/1371, relativa alla lotta contro la frode che lede gli interessi finanziari dell'Unione mediante il diritto penale” ovvero il provvedimento di recepimento della Direttiva UE 2017/1371 (...

Leggi tutto

ONU: le donne come leader e decision maker per il post Covid-19

Natalia Bagnato - avatar Natalia Bagnato - 08-07-2020 - Charities & Social Enterprises

di Natalia Bagnato e Federico Longo Il 9 aprile scorso l’ONU ha presentato un interessante report lanciando un allarme globale in tema di equità di genere. La pandemia in atto sta mettendo in pericolo anni di progressi sociali ed è pertanto necessario, come espressamente dichiarato dal segretario generale António Guterres, che tutti i Governi mettano le don...

Leggi tutto

Le ispezioni del Garante Privacy nel 2019

Chiara Agostini - avatar Chiara Agostini - 07-07-2020 - Privacy & Data Protection

di Chiara Agostini e Giacomo Pataracchia Quante sono state le ispezioni del Garante Privacy nel 2019? È previsto un programma delle ispezioni?  Le ispezioni del Garante Privacy nel 2019 sono state 147 sulla base di programmi elaborati secondo linee di indirizzo stabilite internamente dal Garante Privacy.  Le linee generali della programmazione dell’attivi...

Leggi tutto

R&P Legal con Asla in un webinar antiriciclaggio

La Redazione - avatar La Redazione - 07-07-2020 - Criminal Law

L’avv. Benedetta Guastoni, associate del dipartimento penale dello studio, parteciperà come relatore al webinar organizzato da Asla in tema di adempimenti antiriciclaggio per gli studi legali.

Leggi tutto

Uso del marchio altrui su siti internet di terzi: per l’illecito serve un compor…

Nicola Berardi - avatar Nicola Berardi - 07-07-2020 - Intellectual Property

“Una persona che opera nel commercio e che ha fatto pubblicare su un sito Internet un annuncio recante pregiudizio al marchio altrui, non usa un segno identico a tale marchio, qualora i gestori di altri siti Internet riprendano tale annuncio inserendolo on-line, di propria iniziativa e a nome proprio, su tali altri siti”. Con questa motivazione, la Corte di...

Leggi tutto

R&P Legal con il gruppo Polygon per l’acquisizione di Recotech s.r.l.

La Redazione - avatar La Redazione - 03-07-2020 - Corporate M&A

Il gruppo svedese Polygon, leader europeo nel ramo “property damage control”, già presente in 16 stati, entra nel mercato italiano attraverso l’acquisizione di Recotech s.r.l., primario operatore italiano del settore con sede a Firenze. Il gruppo Polygon e il socio di riferimento di Recotech, Sergio Signorini, hanno sottoscritto un accordo vincolante in data...

Leggi tutto

R&P Legal con “DA VERONA ACCENDIAMO LA MUSICA"

La Redazione - avatar La Redazione - 02-07-2020 - TMT - Media Entertainment

La musica riparte da Verona con un progetto straordinario per un momento straordinario, dal titolo “Da Verona accendiamo la musica”. Un progetto artistico e sociale per la musica italiana, lanciato da Music Innovation Hub Spa – Impresa Sociale (MIH), organizzato e prodotto dalle più importanti agenzie italiane di musica dal vivo - Friends&Partners, Live...

Leggi tutto

“Decreto Rilancio” - Novità anche per le società benefit

Roberto Randazzo - avatar Roberto Randazzo - 02-07-2020 - Charities & Social Enterprises

Novità anche per le società benefit, nell’ambito degli emendamenti approvati dalla commissione Bilancio della Camera al cd. “Decreto Rilancio” (D.lgs. 34/2020). In particolare, l’articolo 38 bis prevede il riconoscimento di un contributo - sotto forma di credito d'imposta - nella misura del 50% dei costi di costituzione o trasformazione in società benefit, ...

Leggi tutto

La presenza di una fotografia in rete senza indicazione dell’autore non può far …

Nicola Berardi - avatar Nicola Berardi - 02-07-2020 - Intellectual Property

“L'oggetto della fotografia e le modalità in cui è stata realizzata, da un elicottero della Guardia di Finanza impegnato in una operazione di salvataggio, depongono per la sua inclusione nella categoria del reportage fotografico; né si evincono dalla stessa elementi di segno diverso, rivelatori della sua natura artistica, quali, indicativamente, la predispos...

Leggi tutto

Data breach e relazione annuale del Garante Privacy: cosa sappiamo?

Chiara Agostini - avatar Chiara Agostini - 01-07-2020 - Privacy & Data Protection

di Chiara Agostini e Giacomo Pataracchia Quanti data breach sono stati segnalati al Garante Privacy nel 2019 e da parte di chi? Nel 2019 sono pervenute al Garante Privacy 1.443 notifiche di data breach che hanno riguardato: soggetti pubblici (nel 27% dei casi); e soggetti privati (nel restante 73%). Quali sono state le tipologie di data breach più...

Leggi tutto

Crediti Italia e all’Export e soluzioni di Cashflow Management

Alessandro Paci - avatar Alessandro Paci - 01-07-2020 - Contratti d'Impresa

Venerdì 3 luglio alle 11, l’avvocato Alessandro Paci sarà relatore nel webinar "Crediti Italia e all’Export e soluzioni di Cashflow Management " Si tratta di un incontro dedicato al tema della gestione dei rischi finanziario, di credito e liquidità per le imprese italiane...

Leggi tutto

Prodotto difettoso: se il venditore non lo ripara/sostituisce in tempi congrui, …

Margherita Vialardi - avatar Margherita Vialardi - 29-06-2020 - Responsabilità Civile e Risarcimento Danni

Con la sentenza n. 10453/2020 la Corte di Cassazione afferma la possibilità per il consumatore di accedere al rimedio della risoluzione di contratto, anche in caso di difetto di lieve entità se il venditore, pur potendo, non ha provveduto entro un tempo congruo a sostituire o a riparare il prodotto ovvero se tali interventi non si siano dimostrati risolutivi...

Leggi tutto

Letti e vacanze separate: è davvero esclusa la riconciliazione tra coniugi?

Maria Grazia Passerini - avatar Maria Grazia Passerini - 26-06-2020 - Famiglia e Successioni

Due coniugi si separano nel 2003, ma il Tribunale di primo grado non pronuncia il divorzio accogliendo la tesi dell’avvenuta riconciliazione tra i coniugi. La Corte d'appello di Milano si pronuncia in maniera analoga al Tribunale e il caso arriva al vaglio della Cassazione. Il Tribunale aveva rilevato che, affinché vi sia riconciliazione tra i coniugi a se...

Leggi tutto

Abbandono del tetto coniugale: nessun addebito se la convivenza era già intoller…

Maria Grazia Passerini - avatar Maria Grazia Passerini - 24-06-2020 - Famiglia e Successioni

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 12241/2020, si è nuovamente pronunciata in merito all’addebito della separazione, in particolare nel caso di abbandono della casa coniugale da parte di un coniuge. Se l’abbandono della casa familiare avviene in un momento in cui la prosecuzione della convivenza è già divenuta intollerabile a causa del comportamento...

Leggi tutto

Alessi diventa “Società benefit”

La Redazione - avatar La Redazione - 24-06-2020 - Charities & Social Enterprises

R&P Legal ha supportato la Alessi Spa nel percorso che ha portato all’acquisizione della qualifica di “società benefit”, ai sensi della legge 208/2015. Alessi S.p.a., che di recente ha anche ottenuto anche la certificazione B Corp, ha inteso prevedere nel proprio statuto l’impegno a perseguire specifiche finalità di “beneficio comune”, consapevole di sv...

Leggi tutto

Ebook - La responsabilità per i danni da prodotto difettoso

La Redazione - avatar La Redazione - 23-06-2020 - Assicurazioni

L’Ebook affronta il tema della responsabilità da prodotto difettoso, esaminando in dettaglio la più recente giurisprudenza - italiana ed europea - in materia con un focus sulle coperture assicurative nel settore RC Prodotti e le implicazioni di natura processuale (azione diretta nei confronti dell’assicuratore, i danni coperti e le più comuni estensioni di p...

Leggi tutto

Censimento ISTAT: come sta evolvendo la sostenibilità nelle imprese italiane?

Natalia Bagnato - avatar Natalia Bagnato - 22-06-2020 - Charities & Social Enterprises

di Natalia Bagnato e Federico Longo Il 12 giugno 2020 l’ISTAT ha pubblicato il report sulla “Sostenibilità nelle imprese: aspetti ambientali e sociali” che, pur facendo riferimento a dati relativi al 2018, fornisce un’interessante retrospettiva che aiuta a comprendere come la tendenza ad adottare buone pratiche volte al miglioramento del benessere lavorativ...

Leggi tutto
Chiara Agostini

Chiara Agostini

Avvocato esperto nella tutela della proprietà intellettuale ed industriale.

Profilo: http://www.replegal.it/it/cerca-i-professionisti/122-chiara-agostini.html

Garante Privacy: no al controllo indiscriminato dei dipendenti da parte del datore di lavoro

Con provvedimento n.303 del 13 luglio 2016 il Garante Privacy è intervenuto sulla delicata tematica del controllo a distanza dei dipendenti da parte del datore di lavoro sanzionando l’utilizzo, ad opera di un istituto universitario, di apparati e di sistemi software che consentivano, con modalità non percepibili dall'utente (c.d. in background ) e in modo del tutto indipendente rispetto alla normale attività dell'utilizzatore (cioè senza alcun impatto o interferenza sul lavoro del dipendente), operazioni di "monitoraggio", "filtraggio", "controllo" e "tracciatura" costanti ed indiscriminati degli accessi a internet o al servizio di posta elettronica effettuati dai dipendenti attraverso i personal computer a loro messi a disposizione o assegnati in uso dall’ateneo.

Nel provvedimento il Garante ha chiarito che tale tipologia di controllo è in contrasto con il Codice Privacy e con lo Statuto dei Lavoratori, poiché:

  • software come quello esaminato non possono essere considerati strumenti di lavoro rientranti nella definizione data dal riformulato articolo 4 dello Statuto dei Lavoratori non essendo strettamente funzionali, neppure sotto il profilo della sicurezza, alla prestazione lavorativa;
  • effettuato in violazione dei principi di necessità, pertinenza e non eccedenza dettati dal Codice Privacy che non consentono controlli massivi, prolungati, costanti ed indiscriminati dovendosi viceversa privilegiare, come chiarito dalle linee guida emanate dal Garante sul tema nel 2007, misure preventive meno limitative dei diritti dei lavoratori, ed, in ogni caso, la gradualità nell’ampiezza del monitoraggio dei dipendenti;
  • posto in essere in mancanza di una idonea informativa privacy che consentisse ai dipendenti di essere edotti in merito alle operazioni di trattamento effettuate sui dati raccolti tramite i personal computer a loro messi a disposizione.

In considerazione di quanto sopra, l’Autorità ha vietato all’Università di svolgere ulteriori trattamenti sui dati e ha disposto la trasmissione degli atti all’autorità giudiziaria per valutare la sussistenza di eventuali illeciti penali.

Link alla fonte

Avv. Chiara Agostini

Avv. Dario Cerbone

Privacy Shield: il nuovo meccanismo per il trasferimento dei dati personali verso gli Stati Uniti

Dal 1 agosto, le società che intendono trasferire i dati verso gli Stati Uniti hanno uno strumento in più. La Commissione Europea e il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti, infatti, hanno raggiunto un accordo, detto Privacy Shield, circa il trattamento dei dati personali dei cittadini europei importati negli U.S.A., che garantisce un livello di tutela considerato adeguato rispetto alla normativa europea e va a sostituire il precedente accordo di Safe Harbour. Si tratta di una interessante novità, in quanto il trasferimento dei dati, è possibile senza utilizzare i più complessi meccanismi delle BCR e delle model clauses. Le società americane possono infatti autocertificare i propri trattamenti, dichiarandone la conformità rispetto ai principi contenuti nell’accordo Privacy Shield, e chiedere la registrazione presso il relativo registro gestito dall’International Trade Administration del Dipartimento Americano del Commercio.  Queste, in sintesi, le novità del Privacy Shield rispetto al precedente regime:
- è prevista l’autocertificazione annuale delle imprese aderenti al Privacy Shield e la pubblicazione di una privacy policy sul loro sito web;
- sono previste verifiche periodiche per accertare il rispetto effettivo delle regole contenute nell’accordo Privacy Shield da parte delle imprese che hanno volontariamente deciso di aderire a tale sistema;
- in caso di accertamenti negativi, sono previste sanzioni ai danni della società che ha tenuto tale scorretto comportamento o la sua cancellazione dall’elenco degli aderenti;
- in caso di ulteriore trasferimento di dati dalla società aderente al Privacy Shield ad un terzo soggetto, è previsto l’obbligo per tali soggetti di  stipulare un contratto (o, nell’ambito dei trasferimenti infragruppo, di altri accordi equivalenti quali le BCR), avente ad oggetto il trattamento dei dati personali, che garantisca lo stesso livello di protezione accordato dai principi dettati dal Privacy Shield. Qualora il terzo non garantisca il medesimo livello di protezione offerto dal Privacy Shield è inoltre prevista la responsabilità solidale dell’importatrice;
- sono state introdotte delle limitazioni all’accesso ai dati da parte del Governo degli Stati Uniti, con l’impegno formale della Amministrazione USA a contenere tali accessi entro limiti, garanzie e meccanismi di controllo specifici e definiti;
- sono stati introdotti degli strumenti di tutela giuridica effettivi:

  • gli interessati, infatti, potranno rivolgersi direttamente alla società importatrice per ricevere informazioni circa il  trattamento dei loro dati, cui occorrerà dar riscontro entro 45 giorni;
  • è stato introdotto un meccanismo di ADR gratuito;
  • gli interessati, inoltre, potranno rivolgersi al proprio Garante Privacy che collaborerà con il Department of Commerce e la Federal Trade Commission per la definizione della contestazione sollevata e rimasta irrisolta;
  • qualora i precedenti strumenti non abbiamo portato alla risoluzione del comportamento illecito, gli interessati potranno rivolgersi direttamente al Privacy Shield Panel per ottenere, se gli altri strumenti non sono serviti, una decisione esecutiva ai danni della società importatrice attraverso un meccanismo di arbitrato;
  • da ultimo, è stata introdotta la figura dell’Ombudsperson che consente agli interessati di promuovere una contestazione nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni Statunitensi relativamente ad eventuali accessi effettuati dalle stesse in violazione dei diritti degli interessati.

L’utilizzo del Privacy Shield, in ogni caso, non esime la società esportatrice dalla necessità di regolamentare tale flusso di dati verso l’estero tanto nei contratti stipulati con le società statunitensi terze importatrici quanto nei rapporti inter-company, per il caso in cui la società importatrice faccia parte del proprio gruppo societario (es. casa madre americana).

Avv. Chiara Agostini

Avv. Dario Cerbone

 

EU-US Privacy Shield: la Commissione Europea ne comunica l’approvazione

Con Dichiarazione dell’8 luglio 2016, il Vice-Presidente della Commissione Europea Ansip e la commissaria Jourová hanno annunciato il termine della votazione, da parte degli stati membri dell’UE, del nuovo accordo tra Europa e U.S.A. per il trasferimento dei dati personali dei cittadini europei verso gli Stati Uniti (cd. ”EU-US Privacy Shield”).

Entrambi gli esponenti della Commissione Europea si sono detti soddisfatti dei risultati ottenuti all’esito delle votazioni ed hanno annunciato che il testo dell’accordo, che pone fine al vuoto giuridico lasciato dalla invalidazione dell’accordo di “Safe-Harbor”, è pronto per essere formalmente adottato nei primi giorni della prossima settimana.

Per il Vice-Presidente Ansip, il nuovo Privacy Shield impone “obblighi chiari e forti sulle società che trattano i dati personali, garantisce che le proprie regole siano rispettate ed applicate nella pratica e prevede limitazioni all’accesso ai dati personali da parte delle autorità americane”.

Link alla fonte

Pubblicazione di sentenze e protezione dei dati personali: per la Cassazione prevale il diritto alla riservatezza

Con sentenza n. 10510/2016, la Corte di Cassazione ha statuito che, in tema di trattamento di dati sensibili, è illecita la pubblicazione su un sito internet liberamente accessibile al pubblico di un provvedimento giurisdizionale indicante lo stato di salute del ricorrente pur in assenza di un’espressa istanza in tal senso formulata dall’interessato ex art. 52 del Codice Privacy.

La Suprema Corte, cassando la sentenza emessa dal Tribunale di Palermo, ha disposto la non pubblicazione dei dati dell’interessato all’interno del provvedimento di primo grado sulla base di quanto previsto dall’art. 22 del Codice Privacy e dalle “Linee guida del Garante Privacy sul trattamento dei dati personali nella riproduzione dei provvedimenti giurisdizionali”, i quali prevedono, rispettivamente, che i dati inerenti lo stato di salute non possono essere in alcun modo diffusi e che la salvaguardia del diritto alla riservatezza degli interessati attraverso l’oscuramento delle loro generalità non pregiudica la finalità di informazione giuridica.

Link alla fonte

Pubblicato il Regolamento Privacy sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea

Ieri sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, i testi definitivi del Regolamento Europeo in materia di protezione dei dati personali e della Direttiva che regola i trattamenti di dati personali nei settori di prevenzione, contrasto e repressione dei crimini.

E’ stato quindi compiuto l’ultimo atto formale per la promulgazione di un quadro normativo comune in materia di tutela dei dati personali che sarà applicabile in tutti gli Stati Membri.

Il Regolamento entrerà in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione in Gazzetta, per diventare definitivamente applicabile in tutti i paesi UE a partire dal 25 maggio 2018.

La Direttiva, invece, è entrata in vigore oggi, con termine di 2 anni per gli Stati Membri per recepire le disposizioni di tale normativa nel diritto nazionale.

Link alla fonte

Pacchetto Europeo per la protezione dei dati personali: il Parlamento Europeo approva il testo finale del Regolamento e della Direttiva

Con comunicato stampa del 14 aprile 2016, il Garante Privacy ha annunciato l’approvazione, da parte dell’assemblea plenaria del Parlamento Europeo, dei testi finali del nuovo Regolamento in materia di protezione dei dati personali e della Direttiva indirizzata a disciplinare il trattamento degli stessi nel settore della prevenzione, contrasto e repressione dei crimini. Si avvia così alla sua conclusione un iter legislativo durato oltre quattro anni e che terminerà nel corso dei prossimi mesi con la pubblicazione delle due normative nella Gazzetta Ufficiale dell’UE. Il Regolamento entrerà in vigore venti giorni dopo la pubblicazione, mentre le sue disposizioni saranno direttamente applicabili negli Stati membri decorsi due anni dalla stessa. Relativamente alla Direttiva, invece, gli Stati membri avranno due anni di tempo per recepirne le disposizioni all’interno del proprio diritto nazionale.

Link alla fonte

Al via l’attività ispettiva dell’Ufficio del Garante Privacy per il primo semestre del 2016

Con delibera del 10 marzo 2016 il Garante della Privacy ha comunicato l’inizio dell’attività ispettiva che sarà effettuata, anche per mezzo della Guardia di Finanza, nel primo semestre del 2016. Tale attività, che si concreterà in circa 150 accertamenti ispettivi, sarà indirizzata alla verifica: della liceità e della correttezza del trattamento dei dati personali da parte dei soggetti ad esso deputati; dell’adozione di adeguate misure di sicurezza da parte dei soggetti che hanno subito violazioni alle proprie banche dati; dell'implementazione delle garanzie previste dal provvedimento generale sulla tracciabilità delle operazioni bancarie; dell’attività dei Caf relativa alla trasmissione on line del 730 nuovo precompilato, nonché dei trattamenti effettuati dalle società di recupero crediti, dalle agenzie per la ricerca di personale e dagli organismi sanitari.

Link alla fonte

Clausole vessatorie: l’Antitrust impone a Paypal la modifica delle Condizioni d’uso del servizio

Con provvedimento del 24 febbraio 2016, l’AGCOM ha ordinato a Paypal la modifica di alcune clausole delle Condizioni Generali d’uso del servizio in quanto vessatorie.

Tali clausole, relative alle modalità di fruizione del Programma di Protezione Acquisti per la restituzione di un prodotto non conforme alla descrizione ed alla previsione del foro competente per la risoluzione delle controversie insorte con i consumatori, sono state considerate vessatorie in quanto in grado, le prime, di riservare a Paypal una mera discrezionalità circa l’accertamento di conformità del bene consegnato rispetto a quello acquistato online, in netto contrasto con gli artt. 33 e 35 del Codice del Consumo e, le seconde, di stabilire la competenza esclusiva delle corti inglesi o del Lussemburgo, in deroga al principio della competenza del foro di residenza del consumatore previsto dal Codice del Consumo.

Link alla fonte

EU-US Privacy Shield: la Commissione Europea pubblica gli atti giuridici intesi a realizzare l’accordo

Con Comunicato stampa del 29 febbraio 2016, la Commissione Europea ha annunciato la pubblicazione dei testi giuridici che andranno ad implementare il nuovo accordo tra Europa e U.S.A., relativo al trasferimento dei dati personali verso gli Stati Uniti (cd. ”EU-US Privacy Shield”).

Tra i summenzionati documenti, rientrano la “decisione della Commissione Europea sull’adeguatezza della protezione dei dati in base all’EU-US Privacy Shield”, un “elenco dei principi previsti dal nuovo scudo europeo per la privacy rilasciato dal Dipartimento del Commercio del governo degli Stati Uniti”, nonché i vari impegni assunti dalle autorità americane.

La Commissione, inoltre, ha anche rilasciato a favore del Consiglio e del Parlamento Europeo, un prospetto riepilogativo delle principali tappe affrontate nel corso degli ultimi anni per ripristinare solide regole nel flusso dei dati tra Europa e Stati Uniti.

Il presidente della Commissione Ansip e la commissaria Jurova si dicono fiduciosi: “Lo scudo UE-USA per la privacy è un nuovo e solido quadro normativo, basato su robusti sistemi di monitoraggio, sistemi di ricorso più semplici per i cittadini europei e, per la prima volta, su una garanzia scritta dei partner statunitensi in merito alle limitazioni ed alle salvaguardie in materia di accesso ai dati personali da parte delle autorità pubbliche”.

Link alla fonte

EU-US Privacy Shield: le prime considerazioni del Gruppo di lavoro ex articolo 29

Con Comunicato Stampa del 3 febbraio 2016, il Gruppo di lavoro ex articolo 29 (“WP29”) ha espresso il proprio parere in merito al recente accordo tra Europa e U.S.A., relativo al trasferimento dei dati personali verso gli Stati Uniti (c.d. “EU-US Privacy Shield”).

Tale autorità ha precisato che, alla luce della giurisprudenza comunitaria in materia di protezione dei diritti fondamentali della persona, è necessario che le parti, nel testo finale dell’accordo, atteso per la fine di febbraio 2016, prevedano che il trattamento dei dati personali degli interessati sia effettuato secondo regole chiare e precise, nonché nel rispetto dei generali principi di chiarezza, necessità e proporzionalità.

Il WP29, inoltre, ha suggerito alle parti l’istituzione di un’autorità imparziale, in grado di verificare il costante rispetto dei suddetti principi nonché l’individuazione di strumenti effettivi che consentano ad ogni interessato di tutelare i propri diritti di fronte ad una autorità indipendente.

Quando l’accordo EU-US Privacy Shield diverrà definitivo, il WP29 ha anticipato che valuterà la tenuta delle modalità alternative all’accordo di Safe-Harbor (le c.d. “Standard Model Clauses” e le “Binding Corporate Rules”), andando a determinare se le stesse possano ancora ritenersi valide ed efficaci rispetto alle conclusioni assunte dalla Corte di Giustizia Europea nel caso Schrems ed alle nuove garanzie pattuite tra le parti.

Link alla fonte

Restiamo in contatto

Ricevi gratuitamente la nostra newsletter.

Il Blog di Riccardo Rossotto

Visita il Blog di Riccardo Rossotto.

Torino
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milano
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Roma
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy

Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bologna
R&P Legal
Via D’Azeglio, 19
40123, Bologna - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy