Call Us +39 011 55.84.111

  • R&P Legal

    Spirito di squadra, conoscenza del business dei clienti, visione strategica, disponibilità, passione, fondamento etico, costo compatibile.

  • Puntiamo sulla competenza

    R&P Legal è uno studio italiano full service, indipendente e con primarie connessioni internazionali, fondato nel 1949.

  • Trattiamo con il mondo... da vicino

    Contiamo su un’articolata rete di primari studi legali di comprovata esperienza nelle principali giurisdizioni estere.

R&P Legal è uno studio legale indipendente, fondato nel 1949, con sei sedi in Italia e con primarie connessioni internazionali, dove lavorano più di centocinquanta professionisti qualificati che forniscono assistenza full service.

Ultime notizie

Prev Next

R&P con il gruppo IREN nell’accordo con Enerbrain

La Redazione - avatar La Redazione - 18-04-2019 - Startup

Il gruppo IREN ha scelto di utilizzare la tecnologia Enerbrain per un progetto di efficientamento energetico su 89 edifici del Comune di Torino, principalmente scuole ed uffici, con l’obiettivo di ottenere un importante risparmio energetico e un attento monitoraggio del comfort interno e della qualità dell’aria.  La partnership prevede altresì un iniziale in...

Leggi tutto

Una recente sentenza chiarisce le condizioni di accesso da parte del datore di l…

Chiara Agostini - avatar Chiara Agostini - 16-04-2019 - Privacy & Data Protection

In data 26 marzo 2019, il Tribunale di Roma, dopo aver ripercorso l’orientamento giurisprudenziale prevalente  italiano e quello della Corte Europea dei diritti dell’uomo, si è espresso in merito alla liceità e alle condizioni di accesso ai messaggi di posta elettronica  presenti nell’account di posta elettronica aziendale di un dipendente da parte del dator...

Leggi tutto

Brexit: risoluzione del parlamento europeo di esenzione del visto per i cittadin…

Carola Cortimiglia - avatar Carola Cortimiglia - 16-04-2019 - Lavoro e Relazioni Industriali

Il Parlamento Europeo lo scorso 4 aprile ha adottato una risoluzione in cui viene previsto che i cittadini del Regno Unito, una volta conclusasi la procedura di divorzio dall’Unione Europea, non saranno obbligati ad ottenere un visto per viaggiare nei paesi dell’Unione sino a 90 giorni all’interno di un periodo di 180 giorni.

Leggi tutto

Cassazione sezione lavoro ordinanza n. 9006 del 1°aprile 2019: la piena consapev…

Carola Cortimiglia - avatar Carola Cortimiglia - 16-04-2019 - Lavoro e Relazioni Industriali

La Sezione Lavoro della Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 9006 dello scorso 1°aprile, ha chiarito che il verbale di conciliazione sottoscritto dal lavoratore in sede sindacale non può essere impugnato in considerazione del fatto che si presume, data la sede in cui avviene, che il lavoratore sia consapevole di ciò che ha firmato. Nel caso in questione ...

Leggi tutto

Roberto Randazzo alla guida di ESELA - The Legal Network for Social Impact

La Redazione - avatar La Redazione - 16-04-2019 - Charities & Social Enterprises

Lo scorso 12 Aprile a Londra, presso la London School of Economics, si è tenuta la conferenza annuale di ESELA - The Legal Network for Social Impact, la rete europea dei giuristi che si occupano di imprenditoria sociale e finanza d’impatto, occasione in cui è stata anche ufficializzata l’elezione di Roberto Randazzo, quale presidente dell’associazione...

Leggi tutto

R&P Legal e Chambers Europe 2019

La Redazione - avatar La Redazione - 15-04-2019 - News

La prestigiosa directory internazionale Chambers and Partners per l'edizione 2019 appena pubblicata ha selezionato i dipartimenti Intellectual Property, Life Science e TMT nella sua guida europea e tra gli avvocati i partners Gianluca Morretta (IP), Paolo De Carlo (Life Science), Riccardo Rossotto (TMT) e Piero Magri (White Collar Crime) nonchè gli of counse...

Leggi tutto

Commissari di gara: rinviato di 90 giorni l’avvio dell’Albo nazionale dei compon…

Pasquale Morra - avatar Pasquale Morra - 11-04-2019 - Enti Pubblici & Appalti

La piena operatività dell’Albo dei commissari di gara è stata rinviata per ulteriori 90 giorni a decorrere dal prossimo 15 aprile. Il differimento dell’avvio dell’Albo è stato disposto con il Comunicato del Presidente dell’ANAC del 10 aprile 2019. Link alla fonte

Leggi tutto

L'Avv. Luigi M. Macioce ed il Dott. Andrea E. M. Eliseo hanno commentato la rece…

La Redazione - avatar La Redazione - 11-04-2019 - News

L’Avv. Luigi M. Macioce ed il Dottor Andrea E. M. Eliseo hanno pubblicato un articolo sulla piattaforma editoriale We Wealth intitolato: “Famiglie transfrontaliere, la scelta del regime patrimoniale“.

Leggi tutto

La dichiarazione congiunta Unione Europea - Cina del 9 aprile 2019

Paolo Grandi - avatar Paolo Grandi - 11-04-2019 - News

Il 9 aprile scorso, il Presidente della Consiglio Europeo Donald Tusk ed il Presidente della Commissione Europea Jean-Clead JUncker, da un lato e ed il Premier cinese Li Keqiang, dall’altro lato, hanno rilasciato una dichiarazione congiunta in merito al 21° summit EU-Cina che si è tenuto Bruxelles.

Leggi tutto

Bando della CamCom di Cuneo per sostenere le imprese che investono in servizi di…

Marco Gardino - avatar Marco Gardino - 09-04-2019 - Fondi e Finanziamenti Pubblici

La Camera di Commercio di Cuneo ha recentemente pubblicato un bando, con dotazione di Euro 50.000, per la concessione di contributi per spese sostenute e fatturate nel 2019 aventi ad oggetto attività di progettazione del marchio, ricerche di anteriorità e assistenza per il deposito, assistenza per la concessione in licenza del marchio, assistenza per l’esten...

Leggi tutto

Luigi M. Macioce e Valentina Gava menzionati nell’edizione 2019 della Directory …

La Redazione - avatar La Redazione - 09-04-2019 - News

Gli avvocati Luigi M. Macioce e Valentina Gava di R&P Legal sono menzionati nell’edizione 2019 della Directory PAIAM (Professional Advisor to the International Art Market).

Leggi tutto

Al via la nuova class action

Marco Gardino - avatar Marco Gardino - 06-04-2019 - Contratti d'Impresa

In data 3 aprile il Senato ha dato il via libera alla nuova disciplina della class action (azione di classe). L’azione, che tutela diritti individuali omogenei (non anche di interessi collettivi), prevede una valutazione di ammissibilità da parte del tribunale-sezione specializzata in materia di impresa e, nel caso il giudice ammetta la domanda, pubblicazion...

Leggi tutto

R&P Legal corre per l'Associazione Italiana Sclerosi Multipla e la Fondazion…

La Redazione - avatar La Redazione - 06-04-2019 - News

R&P Legal, come sempre, presente alla Milano Marathon Charity Program. Quest’anno affiancando: l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla di Milano, a sostegno del progetto SMiles, un percorso di empowerment dedicato alle donne con tale patologia che passa attraverso interventi personalizzati volti allo sviluppo di una completa autonomia; e la Fondazi...

Leggi tutto

Pubblicate le Linee Guida dell’ANAC sulle consultazioni preliminari di mercato

Pasquale Morra - avatar Pasquale Morra - 03-04-2019 - Enti Pubblici & Appalti

L’Autorità Nazionale Anticorruzione ha adottato le Linee Guida n. 14, recanti “Indicazioni sulle consultazioni preliminari di mercato”. Le nuove Linee Guida non sono vincolanti e contengono indicazioni utili a soggetti pubblici e privati sulle modalità di applicazione e di funzionamento dell’istituto delle consultazioni preliminari di mercato, di cui agli a...

Leggi tutto

Golden power estesa ai servizi di comunicazione elettronica a banda larga basati…

Marco Gardino - avatar Marco Gardino - 01-04-2019 - Corporate M&A

Con il D.L. 25 marzo 2019, n. 22 il Governo interviene nuovamente sulla disciplina della “golden power” di cui al D.L. 15-3-2012 n. 21 (Convertito in legge, con modificazioni, dall'art. 1, comma 1, L. 11 maggio 2012, n. 56) che sinora toccava i settori della difesa e della sicurezza nazionale e gli attivi strategici nei settori dell'energia, dei trasporti e ...

Leggi tutto

Trattamento dei dati relativi alla salute in ambito sanitario: i chiarimenti del…

Chiara Agostini - avatar Chiara Agostini - 01-04-2019 - Privacy & Data Protection

di Chiara Agostini e Ludovica Ceretto Con il provvedimento n. 55 del 7 marzo 2019 il Garante per la Protezione dei dati personali ha fornito importanti chiarimenti, circa il trattamento dei dati sanitari, rivolti a tutti i soggetti operanti nel settore. Più in particolare il provvedimento del Garante si è concentrato sulle diverse tipologie di trattamento e...

Leggi tutto

Emanate le nuove disposizioni di Banca d’Italia in materia antiriciclaggio

Benedetta Guastoni - avatar Benedetta Guastoni - 01-04-2019 - Criminal Law

Con provvedimento del 26 marzo 2019, Banca d’Italia ha emanato le nuove Disposizioni in materia di organizzazione, procedure e controlli interni volti a prevenire l’utilizzo degli intermediari a fini di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo.

Leggi tutto

La chiusura con un cancello non basta per usucapire un cortile se non dura almen…

Daniele Merighetti - avatar Daniele Merighetti - 29-03-2019 - Responsabilità Civile e Risarcimento Danni

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 8404 del 26 marzo 2019, ha stabilito che la chiusura con un cancello non basta per usucapire il cortile comune se non è protratta per almeno venti anni.

Leggi tutto

Brexit

La Redazione - avatar La Redazione - 29-03-2019 - Assicurazioni

Il Governo Italiano ha emanato un decreto legge avente ad oggetto misure urgenti per assicurare sicurezza, stabilità finanziaria e integrità dei mercati, nonché tutela della salute e della libertà di soggiorno dei cittadini italiani e di quelli del Regno Unito, in caso di recesso di quest'ultimo dall'Unione europea.

Leggi tutto

Lanciato il sito Incentivi.gov: incentivi e contributi pubblici indicizzati

Marco Gardino - avatar Marco Gardino - 28-03-2019 - Fondi e Finanziamenti Pubblici

È online da pochi giorni il nuovo sito lanciato dal Ministero dello Sviluppo Economico e dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali che si propone di indicizzare e organizzare i contributi e incentivi pubblici disponibili per le imprese.

Leggi tutto

Autodisciplina pubblicitaria: stop a modelli estetici non salutari

Monica Togliatto - avatar Monica Togliatto - 26-03-2019 - Intellectual Property

di Monica Togliatto e Avv. Nicola Berardi È entrata in vigore la modifica del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale che prevede ora, all’art. 12-bis, una disposizione specifica in tema di salute e sicurezza: “La comunicazione commerciale relativa a prodotti suscettibili di presentare pericoli, in particolare per la salute, la sicurezza e ...

Leggi tutto

Modifiche al Codice di Proprietà Industriale: tutela più forte ai marchi rinomat…

Luca Egitto - avatar Luca Egitto - 25-03-2019 - Intellectual Property

di Luca Egitto e Nicola Berardi Il 23 marzo 2019 entrerà in vigore il D.Lgs. 15/2019 che recepisce la Direttiva UE 2015/2436 e apporta modifiche sia sostanziali sia processuali al Codice di Proprietà Industriale. Tra le correzioni più rilevanti, il nuovo art. 20 CPI prevede il diritto del titolare del marchio di vietare ai terzi di usare nell’attività econ...

Leggi tutto

Cosa prevede il MoU firmato tra Italia e Cina?

Paolo Grandi - avatar Paolo Grandi - 25-03-2019 - News

Vale la pena leggere il testo del Memorandum of Understanding firmato il 22 marzo 2019 tra il governo italiano e quello cinese. Le premesse enunciano alcuni principi generali che enfatizzano la volontà di una “cooperazione bilaterale concreta”, richiamando alcune recenti iniziative congiunte e, soprattutto, “riconoscendo l’importanza ed i benefici derivanti...

Leggi tutto

Codice di Proprietà Industriale: in vigore dal 23 marzo 2019 le modifiche in mat…

Luca Egitto - avatar Luca Egitto - 19-03-2019 - Intellectual Property

di Luca Egitto e Nicola Berardi Il 23 marzo 2019 entrerà in vigore il D.Lgs. 15/2019 che ha recepito la Direttiva UE 2015/2436 apportando modifiche sostanziali e processuali al Codice di Proprietà Industriale. Segnaliamo, di seguito, alcune delle modifiche più rilevanti.

Leggi tutto

Multa da record al social network Tik Tok per la mancata protezione dei dati dei…

Chiara Agostini - avatar Chiara Agostini - 19-03-2019 - Privacy & Data Protection

Il presidente della FTC ha dichiarato: “Questa pena da record dovrebbe essere un promemoria per tutti i servizi online e siti web destinati ai bambini”. L’app musicale Tik Tok, già Musical.ly, social network centrato su piccole clip ed effetti speciali che attualmente vanta 500 milioni di utenti attivi mensili, ha ricevuto una sanzione da 5,7 milioni di dol...

Leggi tutto

Nuovo decreto sull’attività enoturistica

Marco Gardino - avatar Marco Gardino - 15-03-2019 - Contratti d'Impresa

Il Ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo ha approvato il Decreto sulle Linee guida e indirizzi in merito ai requisiti e agli standard minimi di qualità per l'esercizio dell'attività enoturistica.

Leggi tutto

Bando ICE per GLOBAL STARTUP PROGRAM

Pasquale Morra - avatar Pasquale Morra - 15-03-2019 - Fondi e Finanziamenti Pubblici

L'ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane – organizza un percorso integrato di sviluppo all’estero denominato Global Start up Program.

Leggi tutto

R&P Legal partecipa al Forum Anticorruzione di Synergia il prossimo 19 marzo

La Redazione - avatar La Redazione - 14-03-2019 - News

L’avv. Piero Magri, coordinatore del dipartimento penale dello studio, parteciperà come relatore al Convegno organizzato da Synergia il 19 marzo con un intervento sui rapporti tra la normativa anticorruzione 190/2012, il d.lgs 231/01 e la ISO 37001 con specifico riferimento alle società partecipate e controllate dalla Pubblica Amministrazione. 

Leggi tutto

Voucher fino a 5.000 Euro per l'avvio di campagne di equity crowdfunding

Marco Gardino - avatar Marco Gardino - 12-03-2019 - Fondi e Finanziamenti Pubblici

La Camera di commercio Milano Monza Brianza Lodi, ha approvato un bando (D.G. n. 25 del 11/02/2019) per facilitare l'accesso al mercato dei capitali da parte delle MPMI attraverso campagne di Equity crowdfunding.  Il bando ha una dotazione di 100.000 Euro ed è possibile presentare domande dal 4 marzo. L’importo del voucher è fino a 5.000 Euro.

Leggi tutto

Rinuncia all’azione e poteri del difensore, conferma dell’orientamento dei giudi…

Maurizio Corain - avatar Maurizio Corain - 12-03-2019 - Responsabilità Civile e Risarcimento Danni

La rinuncia all'azione, ovvero all'intera pretesa azionata dall'attore nei confronti del convenuto, costituisce un atto di disposizione del diritto in contesa e richiede, in capo al difensore, un mandato "ad hoc", senza che sia a tal fine sufficiente quello "ad litem", in ciò differenziandosi dalla rinuncia ad una parte dell'originaria domanda, che rientra f...

Leggi tutto

L'avv. Benedetta Guastoni, associate del dipartimento di diritto penale, sarà os…

La Redazione - avatar La Redazione - 12-03-2019 - News

Mercoledì 13 p.v. dalle ore 11.00 alle ore 12.00 l'avvocato Benedetta Guastoni, associate del dipartimento di diritto penale di R&P Legal, sarà tra gli ospiti del programma radiofonico di Radio24 “Due di denari”, condotto da Debora Rosciani e Mauro Meazza.

Leggi tutto

Obbligo di nomina dell’organo di controllo e dei revisori entro dicembre 2019

Stefano Chiarva - avatar Stefano Chiarva - 11-03-2019 - Corporate M&A

Come noto, il D.Lgs 14/2019, c.d. Codice della crisi d’impresa e dell’ insolvenza, ha modificato, inter alia, la disciplina prevista ai sensi dei commi 2 e 3 dell’articolo 2477 c.c. circa la nomina dell’organo di controllo e dei revisori ampliando i requisiti d’obbligatorietà previsti per le s.r.l. Ai sensi del comma 3 dell’articolo 379 del predetto decreto ...

Leggi tutto

Dopo la riconsegna, il conduttore paga il canone anche per tutto il periodo nece…

Daniele Merighetti - avatar Daniele Merighetti - 08-03-2019 - Responsabilità Civile e Risarcimento Danni

La terza sezione della Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 6596 del 7 marzo 2019, ha stabilito che, al termine del contratto di locazione, il conduttore che riconsegna l’immobile con gravi danni è tenuto a versare il canone anche per il periodo necessario alle riparazioni.

Leggi tutto

R&P Legal nella fusione tra WE WORLD e GVC

La Redazione - avatar La Redazione - 08-03-2019 - Charities & Social Enterprises

R&P Legal ha assistito la Fondazione We World Onlus e l’Associazione Gruppo di Volontariato Civile G.V.C. Ong/Onlus nell’operazione di fusione per incorporazione, che ha dato vita alla “Fondazione WE WORLD-G.V.C. Onlus”.

Leggi tutto

Indagine del Garante Privacy sul rispetto del principio di responsabilizzazione …

Giacomo Pataracchia - avatar Giacomo Pataracchia - 07-03-2019 - Privacy & Data Protection

Il Garante Privacy ha analizzato, nell’ambito dall'indagine a carattere internazionale (“sweep 2018”) avviata dalle Autorità per la protezione dei dati personali appartenenti al Global Privacy Enforcement Network (GPEN) per verificare il rispetto del principio di responsabilizzazione (“accountability”), 19 soggetti pubblici italiani (Regioni e Provincie auto...

Leggi tutto

Forum Terzo settore. Governance, adeguamenti statutari e operazioni straordinari…

La Redazione - avatar La Redazione - 06-03-2019 - Charities & Social Enterprises

Roberto Randazzo e Giuseppe Taffari parteciperanno, il prossimo 14 Marzo, al workshop organizzato da Paradigma “Forum Terzo settore. Governance, adeguamenti statutari e operazioni straordinarie”. Roberto Randazzo curerà una sessione su “La nuova disciplina sull’impresa sociale: gerarchia delle fonti e rapporti con la disciplina degli Enti del Terzo Settore” ...

Leggi tutto

L'avv. Chiara Agostini relatrice a un convegno organizzato a Milano da Paradigma…

La Redazione - avatar La Redazione - 05-03-2019 - News

Giovedì 14 marzo, presso l’Hotel Hilton di Milano, l’avv. Chiara Agostini parlerà di contenuti e tecniche di redazione dei registri delle attività di trattamento per titolari e responsabili e dell’informativa privacy. La relazione si colloca nell’ambito di un convegno organizzato da Paradigma in tema di applicazione del GDPR e nuovo Codice Privacy...

Leggi tutto

L’avv. Lorenzo Lamberti di R&P Legal sul nuovo Ordine delle professioni sani…

La Redazione - avatar La Redazione - 05-03-2019 - News

Sabato 9 marzo, presso la Sala Congressi del Best Western Hotel Plus Universo di Roma, l’avv. Lorenzo Lamberti di R&PLegal relazionerà sui profili applicativi della legge di costituzione  dell’Ordine delle professioni sanitarie (art. 4 l. n. 3/2018). L’incontro, organizzato dalla Associazione Italiana Fisioterapisti e a partecipazione limitata, si propo...

Leggi tutto

In caso di “Hard Brexit” cambiano le regole per il trasferimento dei dati in UK

Chiara Agostini - avatar Chiara Agostini - 05-03-2019 - Privacy & Data Protection

Nel corso della settima sessione plenaria, il Comitato Europeo per la protezione dei dati (Edpb) ha pubblicato una nota informativa rivolta ad autorità pubbliche e società, in merito alle modalità da adottare per il trasferimento di dati personali, in caso di Hard Brexit.

Leggi tutto

Libera circolazione dei documenti pubblici: è in vigore il Regolamento (UE) 2016…

Giancarlo Morelli - avatar Giancarlo Morelli - 04-03-2019 - International Arbitration & Litigation

Il 16 febbraio 2019 è entrato in vigore il Regolamento (UE) 2016/1191 (anche “Regolamento”) che prevede, ai fini e nell’ambito della libera circolazione dei cittadini degli Stati Membri dell’Unione, una semplificazione dei requisiti per la presentazione di alcune categorie di documenti pubblici (e alle copie autentiche di questi ultimi) nell’Unione Europea, ...

Leggi tutto

Brexit: risoluzione del parlamento europeo di esenzione del visto per i cittadini Uk con vincolo di reciprocità ma solo per viaggiare e non per lavorare

Il Parlamento Europeo lo scorso 4 aprile ha adottato una risoluzione in cui viene previsto che i cittadini del Regno Unito, una volta conclusasi la procedura di divorzio dall’Unione Europea, non saranno obbligati ad ottenere un visto per viaggiare nei paesi dell’Unione sino a 90 giorni all’interno di un periodo di 180 giorni.

Leggi tutto...

Brexit

Il Governo Italiano ha emanato un decreto legge avente ad oggetto misure urgenti per assicurare sicurezza, stabilità finanziaria e integrità dei mercati, nonché tutela della salute e della libertà di soggiorno dei cittadini italiani e di quelli del Regno Unito, in caso di recesso di quest'ultimo dall'Unione europea.

Leggi tutto...

I chiarimenti dell’IPO (Ufficio Marchi e Brevetti britannico) circa gli effetti della Brexit sui titoli di proprietà industriale

In una sua nota, l’IPO ha confermato che marchi e disegni europei non saranno più validi in UK una volta ultimata l’uscita dall’UE. Più complesso il tema brevettuale: resteranno validi i brevetti europei, ma si complica l’entrata in vigore del brevetto europeo con effetto unitario, impossibile senza la ratifica britannica della Convenzione sul Tribunale Unificato. Questa è però fortemente a rischio poiché, al netto di soluzioni negoziali, tale brevetto non sarebbe valido in UK dopo l’uscita dall’UE. Nel frattempo, l’Ordine dei Consulenti in Proprietà Industriale italiano si è quindi attivato a livello governativo per promuovere Milano come una delle tre sedi del Tribunale al posto di Londra.

Link alla fonte

Leggi tutto...

Il Regno Unito si interroga sulle conseguenze in materia di logistica e trasporto

L'associazione degli spedizionieri Freight Transport Association (Associazione degli spedizionieri britannici) il 1 luglio 2016 ha pubblicato una guida alla Brexit, individuando i primi nove problemi che potrebbero avere un notevole impatto in materia di logistica e trasporti. L'associazione britannica li riporta in una lista in ordine alfabetico. Tale guida può essere utile per gli operatori del settore al fine di individuare le problematiche cui potranno incorre operando nel Regno Unito.

In particolare, assume rilievo la problematica affrontata al punto D (Domestic legislation) connessa alla modifica dell’impianto legislativo in materia di trasporto e spedizione che, allo stato, risponde alle direttive e ai regolamenti.

Link alla fonte

Leggi tutto...

Brexit: Much Ado About Nothing?

  • 01 July 2016 |
  • Pubblicato in News

E’ passata una settimana dalla vittoria del leave al referendum avente ad oggetto la permanenza del Regno Unito all’interno dell’Unione Europea. Bollata dagli europeisti come il Black Friday del nostro secolo e dai brexiters come data-simbolo della liberazione dalla asfissiante burocrazia di Bruxelles, non vi sono dubbi che la giornata del 24 giugno 2016 entrerà nelle pagine dei libri di storia. Favorevoli o contrari, l’unica certezza è che il leave ha irrimediabilmente modificato lo status quo, con effetti dirompenti su molti fronti, politici e finanziari in primis.

Non sono mancati colpi di scena tra subitanei ripensamenti del corpo votante, dissolvimento di inverosimili promesse da campagna elettorale (i presunti fondi da investire nel sistema sanitario inglese) e avvicendamenti politici (le dimissioni di Cameron, la lotta per la leadership sia nel partito Tory che Labour). Si è trattato, infatti, di un testa a testa, che ha lasciato a molti dell’ amaro in bocca e acuito conflitti mal sopiti all’interno della società inglese. In particolare, si è delineata una netta contrapposizione tra città e provincia, popolazione giovane e più anziana, oltre alla riemersione di spinte indipendentiste.

Tra le analisi moltiplicatesi negli ultimi giorni un tema spesso trascurato, ma di grande interesse giuridico ed enorme rilevanza nei mesi a venire, riguarda la natura della consultazione referendaria.

Può sembrare un aspetto scontato, posto che le recenti discussioni si sono concentrate esclusivamente sulle conseguenze dell’uscita del Regno Unito dall’Unione, ma da un punto di vista prettamente giuridico va chiarito che l’esito del voto sulla Brexit non ha di per sé alcuna efficacia vincolante.

Come affermato dalla stessa House of Commons, il referendum appena tenutosi era dotato di un’efficacia meramente consultiva e, pertanto, il voto espresso non ha alcuna conseguenza immediata e diretta in merito all’uscita del Regno Unito dall’UE.

Ciò sulla base di due distinte fonti normative.

Innanzitutto, lo European Union Referendum Act del 2015, ossia la legge istitutiva del referendum, non ha previsto, in caso di voto affermativo,  alcun obbligo per il governo di legiferare in conformità allo stesso (a differenza di quanto era accaduto nel 2011 con il referendum sulla riforma del sistema elettorale), di fatto escludendo qualsiasi effetto vincolante della consultazione.

Inoltre, l’art. 50 del Trattato di Lisbona prevede che uno Stato Membro possa decidere di recedere dall’Unione nel rispetto dei propri principi costituzionali. 

In punta di diritto, il Regno Unito è uno dei pochi Paesi al mondo privi di una costituzione scritta, situazione che rende complessa l’applicazione dell’art. 50 laddove impone il rispetto dei dettami costituzionali per l’uscita dall’Unione.

La procedura stabilita all’art. 50 consiste in una  notifica che lo Stato Membro deve inviare al Consiglio europeo manifestando la propria volontà di recedere, a decorrere dalla quale scatta un termine di due anni per i negoziati finalizzati all’uscita. Una volta inviata la notifica, non è prevista la possibilità di ritirarla: alea iacta est. Ecco perché, ad oggi, Londra pare temporeggiare.

Peraltro, anche tralasciando il clima di incertezza politica conseguente alle dimissioni di Cameron e alla ribellione dello shadow cabinet di Corbyn, a livello formale non è chiaro chi abbia l’autorità di provvedere alla notifica. In proposito, ci si domanda astrattamente se sarebbe sufficiente l’iniziativa del Primo Ministro o, in considerazione del principio della sovranità del parlamento (il solo, nelle parole di  Dicey ad avere “il potere di fare e disfare le leggi”), sarebbe comunque necessario un avvallo da parte di Westminster? Il Parlamento inglese, ed è intorno a questo che ruota la questione, non è in alcun modo vincolato dal voto popolare e dunque, proprio in virtù di quella sovranità che lo contraddistingue, ben potrebbe esprimere un parere negativo e, di fatto, bloccare del tutto il processo di uscita.

Di certo, si riscontra del tipico humor inglese all’idea che, qualora il Parlamento inglese dovesse essere chiamato a votare, gli attuali paladini della sovranità dello stesso nei confronti delle ingerenze di Bruxelles si troverebbero a difendere la vincolatività di un voto popolare extraparlamentare, che, in parte, esautora Westminster.

Alla luce di quanto sopra, è chiaro che la questione non riguarda tanto l’efficacia giuridica quanto la mera  opportunità politica.

Come ha sottolineato David Allen Green, avvocato inglese e autorità in materia costituzionale “Ciò che accade ora è una questione di politica, non di diritto. Si ridurrà tutto a ciò che è politicamente opportuno e fattibile. Il governo inglese potrebbe cercare di ignorare il voto, bollandolo come poco affidabile. O potrebbe sostenere  che si tratti di una materia di competenza del Parlamento, cercando di trovare una maggioranza favorevole all’esito sperato”.

Alcuni sottolineano come in passato referenda relativi all’Unione Europea siano stati ripetuti al fine di rovesciare un precedente risultato “sfavorevole”.

Di certo, l’eventuale discostamento dalla volontà espressa tramite il referendum costituirebbe un atto di forza da parte del governo, uno strappo difficile da sanare, quasi un suicidio politico, soprattutto se si considerano le parole di Cameron nel celebre Bloomberg Speech del gennaio 2013, con cui si è abbracciata l’iniziativa del referendum: “E’ tempo per il popolo inglese di avere la parola. E’ tempo di risolvere la questione europea all’interno della politica inglese. Io dico agli inglesi: questa sarà una vostra decisione”.

Se l’esito della consultazione referendaria si è dimostrato imprevedibile anche per i sondaggisti più infallibili,  al momento pare ancora più  arduo supporre  quali saranno le mosse politiche del prossimo inquilino del numero 10 di Downing Street.

Insomma, Brexit è tutt’altro che deciso: nei prossimi mesi ne vedremo delle belle.

Sicuramente gli scenari sono molteplici e non costituisce una corretta forma di informazione il comunicare che la Gran Bretagna debba  ormai uscire dall’Unione Europea a causa del referendum. La sua sarà una decisione politica non vincolata giuridicamente.

Come ha detto recentemente Papa Francesco, l’Europa deve avere la forza e l’umiltà per rivisitare il suo modello di governance ma deve soprattutto metterci coraggio e creatività.

Proprio dentro questi due ultimi termini risiede, a nostro avviso, la soluzione meno traumatica di Brexit.

 

Riccardo Rossotto

(ha collaborato Giulia Pairona)

Leggi tutto...

Brexit: quali le conseguenze fiscali?

  • 26 June 2016 |
  • Pubblicato in Tax

L’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea avrà un impatto rilevante anche dal punto di vista fiscale. Al di là delle conseguenze in materia di IVA e dazi doganali, le problematiche si estendono anche ai benefici ed alle agevolazioni che discendono dalle Direttive comunitarie: dall’esenzione d’imposta sui dividendi distribuiti ad una società estera europea (Direttiva Madre-Figlia), alle agevolazioni in materia di interessi e royalties (Direttiva Interessi e Royalties), passando per le discipline in tema di operazioni straordinarie transnazionali e società controllate estere, la Brexit creerà non poche ripercussioni nei rapporti con l’isola britannica.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Restiamo in contatto

Ricevi gratuitamente la nostra newsletter.

Il Blog di Riccardo Rossotto

Visita il Blog di Riccardo Rossotto.

Torino
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milano
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Roma
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy
Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy