Call Us +39 011 55.84.111

  • R&P Legal

    Spirito di squadra, conoscenza del business dei clienti, visione strategica, disponibilità, passione, fondamento etico, costo compatibile.

  • Puntiamo sulla competenza

    R&P Legal è uno studio italiano full service, indipendente e con primarie connessioni internazionali, fondato nel 1949.

  • Trattiamo con il mondo... da vicino

    Contiamo su un’articolata rete di primari studi legali di comprovata esperienza nelle principali giurisdizioni estere.

R&P Legal è uno studio legale indipendente, fondato nel 1949, con sette sedi in Italia e con primarie connessioni internazionali, dove lavorano più di centocinquanta professionisti qualificati che forniscono assistenza full service.

Ultime notizie

Prev Next

La Corte di Giustizia definisce il perimetro dell’uso del marchio nel commercio …

Nicola Berardi - avatar Nicola Berardi - 28-05-2020 - Intellectual Property

Con sentenza del 30/04/2020 (causa C-772/18), la Corte di Giustizia dell’Unione Europea è intervenuta su quattro questioni pregiudiziali con le quali il giudice del rinvio finlandese ha chiesto di chiarire se costituisca un “uso del marchio nel commercio” quello di un soggetto che – pur non esercitando un'attività commerciale a titolo professionale – riceva...

Leggi tutto

Danno da mancato consenso al trattamento sanitario: lo stato dell’arte tra pregi…

Margherita Vialardi - avatar Margherita Vialardi - 28-05-2020 - Sanità

Il consenso del paziente costituisce imprescindibile presupposto di liceità di ogni atto compiuto in ambito sanitario. L’alleanza terapeutica che si instaura tra medico e paziente deve infatti necessariamente fondarsi sull’informazione al paziente e sulla sua preventiva e consapevole accettazione del trattamento terapeutico. Ogni paziente ha il diritto di r...

Leggi tutto

Finanziamento soci nelle S.r.l. al tempo del Covid-19: opportunità e rischi

Paolo Grandi - avatar Paolo Grandi - 28-05-2020 - Corporate M&A

Il Decreto “Liquidità” ed il Decreto “Rilancio” hanno introdotto numerose misure d’emergenza che impattano sulle valutazioni dei soci di una PMI in merito all’opportunità di finanziare ovvero ricapitalizzare la propria società. Innanzitutto, sino al 31 dicembre 2020, è sospeso l’obbligo di ricapitalizzazione della società (con l’alternativa della messa in ...

Leggi tutto

Decreto Rilancio - Rafforzamento patrimoniale imprese di medie dimensioni: un’al…

Fabrizio Iliceto - avatar Fabrizio Iliceto - 28-05-2020 - Corporate M&A

di Fabrizio Iliceto e Alfredo Della Bella Con il Decreto Legge 19 maggio 2020, n. 34, c.d. “decreto rilancio” (il “Decreto”), art. 26 il Governo ha introdotto una serie di misure volte al rafforzamento patrimoniale delle imprese di medie dimensioni, che abbiano subito gravi perdite a seguito dell’emergenza COVID-19. 1) Credito d’Imposta per conferimenti in...

Leggi tutto

WEBINAR: Industria dei trasporti e fase 2 - Panorama attuale e prospettive di ri…

La Redazione - avatar La Redazione - 27-05-2020 - Navigazione e Trasporti

L’industria dei trasporti, come ogni altro segmento dell’economia, si accinge ad affrontare la c.d. “fase 2” della pandemia quale banco di prova per una ripartenza in cui si sperimenterà la tenuta di istituti giuridici di rado applicati per fronteggiare situazioni epidemiche quale quella in corso e che, dunque, imporrà soluzioni nuove. Alcuni esperti giurist...

Leggi tutto

WEBINAR “La valorizzazione e la protezione del know how – L’applicazione della t…

La Redazione - avatar La Redazione - 26-05-2020 - Intellectual Property

In questa fase di ripresa post emergenza sanitaria diventa decisivo valorizzare il patrimonio conoscitivo interno dell'impresa e quindi gli asset intangibili. Questo processo di valorizzazione passa, innanzitutto, attraverso l'emersione e la definizione del know how, l'adozione degli strumenti utili per la sua protezione e infine l'estensione del suo sfrutt...

Leggi tutto

Il “Decreto Rilancio” e la “regolarizzazione” della manodopera migrante: un mezz…

Emiliano Giovine - avatar Emiliano Giovine - 26-05-2020 - Charities & Social Enterprises

La diffusione del contagio da COVID-19 in Italia e le misure restrittive imposte a gran parte delle attività produttive, hanno rimesso al centro del dibattito politico l’annoso ed irrisolto tema del diffuso impiego di manodopera migrante, spesso irregolare e priva di tutele contrattuali in alcuni settori cruciali come l’agricoltura, l’assistenza alla persona...

Leggi tutto

Decreto Rilancio: nuove ipotesi di reato per chi ottiene indebitamente l’erogazi…

Valeria Valentini - avatar Valeria Valentini - 26-05-2020 - Criminal Law

Il D.L. n. 34 del 2020 (c.d. “Decreto Rilancio”) va ad incidere anche nel campo del diritto penale. In particolare, oltre a colmare un’inspiegabile lacuna relativa alla sospensione dei termini per proporre querela (cfr. art. 221), vengono introdotti, tra le altre cose, nuovi presidi di tutela penale volti a reprimere le indebite percezioni di erogazioni e su...

Leggi tutto

Il Garante si pronuncia sulla qualificazione soggettiva dell’Organismo di Vigila…

Luca Egitto - avatar Luca Egitto - 26-05-2020 - Privacy & Data Protection

di Luca Egitto e Letizia Catalano Lo scorso 12 maggio il Garante per la protezione dei dati personali ha espresso il suo parere sulla qualificazione soggettiva dell’Organismo di Vigilanza (“OdV”) affermando che l’OdV, in quanto parte dell’impresa, non sia qualificabile né come titolare né come responsabile al trattamento e che, ai fini dell’osservanza delle...

Leggi tutto

Business and Human Rights - Dal contesto normativo all’esercizio della due dilig…

La Redazione - avatar La Redazione - 23-05-2020 - Charities & Social Enterprises

L’attuale crisi sanitaria e socio-economica a livello globale e la necessità di supportare una ripartenza sostenibile ed inclusiva, rendono ancor più cruciale il rispetto dei diritti umani nel contesto imprenditoriale e produttivo. Una riflessione sul contesto e sugli obblighi normativi e su principi e strumenti di due diligence che, a livello sia internazio...

Leggi tutto

Come gestire una società in perdita al tempo del Covid-19? Quali scelte possono …

Paolo Grandi - avatar Paolo Grandi - 22-05-2020 - Corporate M&A

Nel contesto dell’emergenza Covid-19 ed a causa del prolungato blocco dell’attività della maggior parte delle aziende, il Governo italiano ha affrontato il fatto che molte società abbiano patito o patiranno perdite ingenti a causa della crisi in corso; perdite tali causare da una riduzione o la perdita del capitale sociale. In particolare, il Decreto Legge...

Leggi tutto

Le novità per il Terzo settore del “Decreto Rilancio”

Federico Longo - avatar Federico Longo - 22-05-2020 - Charities & Social Enterprises

Il D.L. 34/2020, c.d. “Decreto Rilancio”, introduce interessanti misure economiche anche a sostegno degli enti del Terzo settore. Un primo intervento riguarda l’accelerazione delle procedure per l’assegnazione del 5x1000 relativo all’anno 2019. Entro il 31 luglio 2020 saranno infatti comunicati gli enti ammessi, e l’erogazione del contributo avverrà entro ...

Leggi tutto

Il “Decreto Rilancio” e gli Appalti pubblici

La Redazione - avatar La Redazione - 22-05-2020 - News

Il Decreto Rilancio introduce tre importanti novità per gli Appalti pubblici: l’art. 65 sospende l’obbligo di versare i contributi all’ANAC per tutte le gare indette dalla data di entrata in vigore del decreto fino al 31 dicembre 2020; l’art. 81 proroga sino al 15 giugno 2020 la validità dei DURC scaduti tra il 31 gennaio 2020 ed il 15 aprile 2020; l’a...

Leggi tutto

R&P Legal selezionata da Il Sole 24 Ore nell’elenco dei migliori studi legal…

La Redazione - avatar La Redazione - 21-05-2020 - News

L’indagine de il Sole 24 Ore include lo studio R&P Legal tra i migliori studi legali italiani nelle seguenti categorie:   • AMBIENTALE, ENERGIA E INFRASTRUTTURE • AMMINISTRATIVO E APPALTI • BANCARIO E FINANZIARIO • CONTENZIOSO E ARBITRATO • CORPORATE • LAVORO E WELFARE • LIFE SCIENCE E HEALTHCARE • PRIVACY E CYBERSECURITY • PROPRIETÀ INTELLETTU...

Leggi tutto

Influencer e uso del marchio (rinomato) altrui: il Tribunale di Genova fissa i l…

Nicola Berardi - avatar Nicola Berardi - 21-05-2020 - Intellectual Property

Con ordinanza del 04/02/2020, le Sezioni Specializzate del Tribunale di Genova hanno affrontato il caso di una nota casa di moda e del suo stilista di riferimento che avevano ripetutamente pubblicato sui rispettivi profili Instagram contenuti nei quali calzature e prodotti di abbigliamento venivano accostati ad auto di lusso (con i relativi marchi in primo p...

Leggi tutto

Datore di lavoro e test sierologici Covid-19, quali risposte ha dato il Garante …

Chiara Agostini - avatar Chiara Agostini - 21-05-2020 - Privacy & Data Protection

di Chiara Agostini e Giacomo Pataracchia Cosa può fare il datore di lavoro in materia di test sierologici Covid-19? Il datore di lavoro, secondo le indicazioni fornite dal Garante Privacy nelle proprie FAQ relative al trattamento dei dati nel contesto lavorativo pubblico e privato nell’ambito dell’emergenza sanitaria, può: richiedere ai propri dipenden...

Leggi tutto

Non solo IVA e imposte sui redditi ai fini della sussistenza del reato di indebi…

Valeria Valentini - avatar Valeria Valentini - 21-05-2020 - Criminal Law

Lo ha affermato la Corte di Cassazione con la sentenza n. 14763 del 2020, nel solco di un orientamento sempre più consolidato che tende ad ampliare l’ambito di applicazione dell’art. 10 quater D.Lgs. 74/2000. Con la pronuncia in esame, la Corte ha confermato il sequestro preventivo del profitto del reato in esame, ribandendo che il reato di indebita compensa...

Leggi tutto

Mancanza di idonei dispositivi di protezione individuale e velocizzazione degli …

Letizia Catalano - avatar Letizia Catalano - 20-05-2020 - Criminal Law

La Corte di Cassazione con sentenza n. 13575/2020 ha confermato la condanna ex D. Lgs. 231/2001 di una società per l’infortunio occorso ad un lavoratore individuando l’interesse e il vantaggio per l’ente (art. 5 D. Lgs. 231/2001), da un lato, nel risparmio dei costi per l’acquisto di idonei dispositivi di protezione individuale e, dall’altro, nella prassi di...

Leggi tutto

Italian Phase 2 for Aviation Sector

Maurizio Corain - avatar Maurizio Corain - 20-05-2020 - Navigazione e Trasporti

di Maurizio Corain e Mario Barbera Following the several law provisions issued during the health emergency by the Italian Government (dedicated to the containment of the diffusion of Covid-19), the latter issued a DPCM (Prime Minister’s Decree) on May 17, 2020 in order to launch and regulate the so called Phase 2 of the Covid 19 health emergency period. Wi...

Leggi tutto

Le linee guida della Commissione europea sui finanziamenti statali alle rotte ae…

Anna Masutti - avatar Anna Masutti - 20-05-2020 - Navigazione e Trasporti

1. La grave crisi del trasporto aereo Il trasporto aereo è tra i settori che sta sopportando le maggiori ripercussioni economiche dovute all’epidemia di COVID-19.  Le restrizioni temporanee ai servizi aerei hanno portato a una riduzione dei voli in Europa di oltre l'80% rispetto allo stesso periodo del 2019 e gli aeroporti stanno subendo una riduzione delle...

Leggi tutto

Il consenso in ambito digitale: le nuove linee guida dell’EDPB

Ilaria Olivari - avatar Ilaria Olivari - 15-05-2020 - Privacy & Data Protection

Il Comitato Europeo per la protezione dei dati personali (di seguito, “EDPB”) ha recentemente adottato nuove linee guida al fine di fornire ulteriori chiarimenti e specificazioni sui requisiti per ottenere e dimostrare un valido consenso, predisponendo una guida pratica che aiuti a garantire il rispetto delle norme previste dal Regolamento europeo per la pro...

Leggi tutto

I ricercatori a tempo determinato potranno partecipare alle procedure di valutaz…

La Redazione - avatar La Redazione - 15-05-2020 - Enti Pubblici & Appalti

del Dipartimento Diritto Amministrativo Alla Corte di Giustizia UE la compatibilità con il diritto europeo della disciplina interna che differenzia tra ricercatori universitari a tempo determinato e indeterminato. Il Consiglio di Stato, con l’Ordinanza n. 2376/2020 del 10 aprile 2020, ha rimesso alla Corte di giustizia UE la questione della compatibilità c...

Leggi tutto

L’avvocato non risarcisce il cliente se circostanze esterne ritardano il recuper…

Daniele Merighetti - avatar Daniele Merighetti - 13-05-2020 - Responsabilità Civile e Risarcimento Danni

La Sezione III della Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 8516 del 6 maggio 2020, ha stabilito che l’avvocato non è tenuto a risarcire il proprio cliente, qualora circostanze esterne abbiano ritardato il recupero del credito dell’assistito. Nel caso in oggetto, secondo la Suprema Corte, la mancata concessione di un sequestro conservativo e l’attesa per ...

Leggi tutto

Lo “svuotamento” sistematico del conto corrente costituisce atto fraudolento ai …

Valeria Valentini - avatar Valeria Valentini - 13-05-2020 - Criminal Law

Con una interessante pronuncia, la Cassazione (sent. n. 14217 depositata l’11.5.2020) è tornata a chiarire il concetto di “fraudolenza” ai fini della sussistenza del reato di “sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte” (art. 11 D.Lgs. 74/2000). La vicenda è la seguente: poco prima della notifica di varie cartelle esattoriali per importi assai rile...

Leggi tutto

R&P Legal con Alto Partners nell'acquisizione di C.E.I.

La Redazione - avatar La Redazione - 12-05-2020 - News

Lo studio R&P Legal ha assistito Alto Partners SGR negli aspetti legali riguardanti l’acquisizione di C.E.I. Costruzione Emiliana Ingranaggi S.p.A., con sede a Anzola dell’Emilia (Bologna) e che dal 1969 è attiva nella progettazione, produzione e commercializzazione di ingranaggi e componenti sottocarro per il settore della ricambistica per camion. Fond...

Leggi tutto

WEBINAR "Cooperazione internazionale e social business. Una nuova frontiera…

La Redazione - avatar La Redazione - 12-05-2020 - Charities & Social Enterprises

L’imprenditoria sociale permette lo sviluppo del social business nei paesi emergenti, contribuendo a generare una crescita sostenibile ed inclusiva. Il ruolo cruciale delle ONG per espandere e scalare questi modelli. Ne parleranno Roberto Randazzo, partner di R&P Legal e Adjunct Professor di Tiresia - Politecnico di Milano, e Andrea Landini - CEO di Thi...

Leggi tutto

R&P Legal e Chambers Europe 2020

La Redazione - avatar La Redazione - 10-05-2020 - News

La prestigiosa directory internazionale Chambers and Partners  per l'edizione 2020 appena pubblicata, ha selezionato i dipartimenti Intellectual Property, Life Science e TMT nella sua guida europea e tra gli avvocati i partner Gianluca Morretta (IP), Paolo De Carlo (Life Science) e Piero Magri (White Collar Crime)  nonchè gli of counsel Dringa Milito Pagliar...

Leggi tutto

Kiko vs Wycon: confermata la tutela del diritto d’autore per i concept store

Nicola Berardi - avatar Nicola Berardi - 08-05-2020 - Intellectual Property

1. Introduzione L’ultimo capitolo della controversia sorta nel 2013 tra i leader della cosmetica Kiko e Wycon si è concluso con la conferma della tutela autorale per i concept store di Kiko, vere opere dell’ingegno, e con un rinvio alla Corte d’Appello di Milano per il riesame di alcuni profili risarcitori...

Leggi tutto

Il sequestro preventivo di siti e pagine web

Bianca Lo Bello - avatar Bianca Lo Bello - 06-05-2020 - Criminal Law

La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bari, il 26 aprile 2020, ha disposto il sequestro di diversi canali Telegram - conosciuta piattaforma di messaggistica istantanea - attraverso i quali venivano abusivamente divulgate copie digitali di noti quotidiani. Per far fronte a tale fenomeno è stato anche richiesto l’intervento dell’AGCOM (Autorità ...

Leggi tutto

Emergenza Covid-19: impossibilità sopravvenuta e rimborso del prezzo del bigliet…

Maurizio Corain - avatar Maurizio Corain - 06-05-2020 - Navigazione e Trasporti

di Maurizio Corain e Mario Barbera Con l’articolo 88bis della Legge n. 27/2020 del 24 aprile 2020 di conversione del D.L. n. 18/2020, il legislatore ha confermato quanto già anticipato anche con il D.L. n. 9/2020. È stata infatti istituita una tutela unica per i fornitori di pacchetti turistici, per le strutture ricettive, per i vettori aerei, marittimi e f...

Leggi tutto

Il Decreto “Cura Italia” sospende per sei mesi le procedure esecutive sulla prim…

Massimo Moraglio - avatar Massimo Moraglio - 06-05-2020 - Recupero Crediti & Esecuzioni

Di Avv. Massimo Moraglio e Dott. Edoardo Schiesari In sede di conversione del Decreto Legge del 17 marzo 2020 n. 18, cd. “Decreto Cura Italia” (convertito con legge n. 27 del 24 aprile 2020, pubblicata su Gazzetta Ufficiale il 30 aprile), il Senato ha introdotto, nel Titolo II rubricato “Misure a sostegno della liquidità attraverso il sistema bancario”, il ...

Leggi tutto

Contratti bancari – Continuità dei conti correnti, omessa sottoscrizione specifi…

Caterina Sola - avatar Caterina Sola - 06-05-2020 - Banking & Finance

di Caterina Sola e  Eugenio Cisa di Grésy Il Tribunale ordinario di Pescara, pronunciando la sentenza n.142, pubblicata il 7.3.2020, ha avuto modo di trattare interessanti profili connessi ai contratti bancari a seguito di un’opposizione a decreto ingiuntivo proposto. Con atto di citazione, l’attore ha presentato tempestivamente opposizione a decreto ingiu...

Leggi tutto

Contagio da Covid e responsabilità penale nella fase 2

Piero Magri - avatar Piero Magri - 06-05-2020 - Criminal Law

Gli avvocati Piero Magri, coordinatore del dipartimento penale dello studio R & P Legal, e Letizia Catalano, interverranno nel corso in videoconferenza organizzato da AIAS Academy (Associazione addetti alla Sicurezza) martedì 12 maggio, sui profili penali per le aziende del rischio da contagio. 

Leggi tutto

FLUITEK ORSENIGO VALVES S.p.A.: omologato il concordato preventivo in continuità…

La Redazione - avatar La Redazione - 06-05-2020 - News

Il Tribunale di Bergamo ha omologato il concordato preventivo in continuità con assuntore di FLUITEK ORSENIGO VALVES S.p.A., ritenendo il piano presentato dall’azienda “attuabile nei termini e con le modalità proposte”. La Società – tra i leader italiani nel mercato globale della progettazione, produzione e commercio di valvole industriali per il settore d...

Leggi tutto

WEBINAR "Investimenti ad impatto sociale e ripartenza ai tempi del Covid-19…

La Redazione - avatar La Redazione - 05-05-2020 - Charities & Social Enterprises

L’emergenza che stiamo vivendo in questi mesi e la necessità di supportare con determinazione e tempismo la ripartenza, rende ancor più cruciale il ruolo della finanza ad impatto sociale. Una riflessione sugli strumenti finanziari che possono sviluppare questo approccio e un’analisi dei relativi modelli di investimento, che fin da subito sono disponibili in ...

Leggi tutto

Maternità surrogata e riconoscimento del genitore intenzionale nell’atto di nasc…

Maria Grazia Passerini - avatar Maria Grazia Passerini - 05-05-2020 - Famiglia e Successioni

L’ufficiale dello stato civile del Comune di Verona si rifiuta di trascrivere l’atto di nascita del minore, nato in Canada con maternità surrogata. I ricorrenti chiedevano che sull’atto di nascita venissero indicati entrambi i nomi dei due padri, cioè sia del genitore biologico, sia del c.d. genitore intenzionale. Il bambino, infatti, era nato tramite feco...

Leggi tutto

Anthilia Capital Partners sottoscrive emissione obbligazionaria del Gruppo Brazz…

La Redazione - avatar La Redazione - 04-05-2020 - News

Il prestito obbligazionario, per un importo complessivo pari a 8 milioni di euro, sarà sottoscritto dai fondi di Anthilia in due tranches, ciascuna del valore di 4 milioni di euro L’emissione obbligazionaria finanzierà gli investimenti a supporto della strategia di sviluppo produttivo del Gruppo Milano, 4 maggio 2020 – Anthilia BIT III e Anthilia BIT IV C...

Leggi tutto

Compliance aziendale ai tempi della crisi COVID-19

Allegra Bonomo - avatar Allegra Bonomo - 04-05-2020 - Privacy & Data Protection

di Allegra Bonomo e Angela Cataldi I provvedimenti adottati al fine di contrastare la diffusione del contagio da Covid-19 hanno modificato le modalità con le quali vengono e verranno rese le prestazioni lavorative.

Leggi tutto

Lo strappo della Calabria su bar e ristoranti; quali conseguenze?

Lorenzo Lamberti - avatar Lorenzo Lamberti - 30-04-2020 - Enti Pubblici & Appalti

In questi giorni molte regioni hanno anticipato la riapertura di alcune attività che, secondo le disposizioni statali, sarebbero consentite solo dall’inizio della “fase 2”, fissata per il prossimo 4 maggio. La Calabria, tuttavia, ieri ha fatto di più: con l’ordinanza n. 37 del 29 aprile 2020 la Regione ha infatti permesso, a decorrere dalla medesima data, ...

Leggi tutto

Omessa produzione del contratto di finanziamento, usura sopravvenuta e contratto…

Caterina Sola - avatar Caterina Sola - 29-04-2020 - Banking & Finance

di Caterina Sola e  Eugenio Cisa di Grésy La Sezione I del Tribunale di Vicenza, pronunciando la sentenza n. 244, pubblicata il 05/02/2020, ha avuto modo di trattare interessanti profili connessi ai contratti bancari a seguito di un’opposizione a decreto ingiuntivo proposto. Con atto di citazione, le parti attrici hanno proposto opposizione a decreto ingiu...

Leggi tutto

Brexit: i riflessi in materia di proprietà intellettuale

Il 31/01/2020 è intervenuto formalmente il recesso del Regno Unito dall’Unione Europea in forza di un accordo che, ponendosi l’obiettivo di “garantire un recesso ordinato”, prevede la fissazione di un periodo di transizione (fino al 31/12/2020, prorogabile tra le parti per massimo 2 anni) durante il quale il diritto dell’Unione continuerà ad applicarsi.

Le disposizioni relative ai diritti di proprietà intellettuale, contenute al Titolo IV (artt. 54-61), sono finalizzate primariamente a fornire continuità di tutela ai titolari.

Leggi tutto...

Brexit: risoluzione del parlamento europeo di esenzione del visto per i cittadini Uk con vincolo di reciprocità ma solo per viaggiare e non per lavorare

Il Parlamento Europeo lo scorso 4 aprile ha adottato una risoluzione in cui viene previsto che i cittadini del Regno Unito, una volta conclusasi la procedura di divorzio dall’Unione Europea, non saranno obbligati ad ottenere un visto per viaggiare nei paesi dell’Unione sino a 90 giorni all’interno di un periodo di 180 giorni.

Leggi tutto...

Brexit

Il Governo Italiano ha emanato un decreto legge avente ad oggetto misure urgenti per assicurare sicurezza, stabilità finanziaria e integrità dei mercati, nonché tutela della salute e della libertà di soggiorno dei cittadini italiani e di quelli del Regno Unito, in caso di recesso di quest'ultimo dall'Unione europea.

Leggi tutto...

I chiarimenti dell’IPO (Ufficio Marchi e Brevetti britannico) circa gli effetti della Brexit sui titoli di proprietà industriale

In una sua nota, l’IPO ha confermato che marchi e disegni europei non saranno più validi in UK una volta ultimata l’uscita dall’UE. Più complesso il tema brevettuale: resteranno validi i brevetti europei, ma si complica l’entrata in vigore del brevetto europeo con effetto unitario, impossibile senza la ratifica britannica della Convenzione sul Tribunale Unificato. Questa è però fortemente a rischio poiché, al netto di soluzioni negoziali, tale brevetto non sarebbe valido in UK dopo l’uscita dall’UE. Nel frattempo, l’Ordine dei Consulenti in Proprietà Industriale italiano si è quindi attivato a livello governativo per promuovere Milano come una delle tre sedi del Tribunale al posto di Londra.

Link alla fonte

Leggi tutto...

Il Regno Unito si interroga sulle conseguenze in materia di logistica e trasporto

L'associazione degli spedizionieri Freight Transport Association (Associazione degli spedizionieri britannici) il 1 luglio 2016 ha pubblicato una guida alla Brexit, individuando i primi nove problemi che potrebbero avere un notevole impatto in materia di logistica e trasporti. L'associazione britannica li riporta in una lista in ordine alfabetico. Tale guida può essere utile per gli operatori del settore al fine di individuare le problematiche cui potranno incorre operando nel Regno Unito.

In particolare, assume rilievo la problematica affrontata al punto D (Domestic legislation) connessa alla modifica dell’impianto legislativo in materia di trasporto e spedizione che, allo stato, risponde alle direttive e ai regolamenti.

Link alla fonte

Leggi tutto...

Brexit: Much Ado About Nothing?

  • 01 July 2016 |
  • Pubblicato in News

E’ passata una settimana dalla vittoria del leave al referendum avente ad oggetto la permanenza del Regno Unito all’interno dell’Unione Europea. Bollata dagli europeisti come il Black Friday del nostro secolo e dai brexiters come data-simbolo della liberazione dalla asfissiante burocrazia di Bruxelles, non vi sono dubbi che la giornata del 24 giugno 2016 entrerà nelle pagine dei libri di storia. Favorevoli o contrari, l’unica certezza è che il leave ha irrimediabilmente modificato lo status quo, con effetti dirompenti su molti fronti, politici e finanziari in primis.

Non sono mancati colpi di scena tra subitanei ripensamenti del corpo votante, dissolvimento di inverosimili promesse da campagna elettorale (i presunti fondi da investire nel sistema sanitario inglese) e avvicendamenti politici (le dimissioni di Cameron, la lotta per la leadership sia nel partito Tory che Labour). Si è trattato, infatti, di un testa a testa, che ha lasciato a molti dell’ amaro in bocca e acuito conflitti mal sopiti all’interno della società inglese. In particolare, si è delineata una netta contrapposizione tra città e provincia, popolazione giovane e più anziana, oltre alla riemersione di spinte indipendentiste.

Tra le analisi moltiplicatesi negli ultimi giorni un tema spesso trascurato, ma di grande interesse giuridico ed enorme rilevanza nei mesi a venire, riguarda la natura della consultazione referendaria.

Può sembrare un aspetto scontato, posto che le recenti discussioni si sono concentrate esclusivamente sulle conseguenze dell’uscita del Regno Unito dall’Unione, ma da un punto di vista prettamente giuridico va chiarito che l’esito del voto sulla Brexit non ha di per sé alcuna efficacia vincolante.

Come affermato dalla stessa House of Commons, il referendum appena tenutosi era dotato di un’efficacia meramente consultiva e, pertanto, il voto espresso non ha alcuna conseguenza immediata e diretta in merito all’uscita del Regno Unito dall’UE.

Ciò sulla base di due distinte fonti normative.

Innanzitutto, lo European Union Referendum Act del 2015, ossia la legge istitutiva del referendum, non ha previsto, in caso di voto affermativo,  alcun obbligo per il governo di legiferare in conformità allo stesso (a differenza di quanto era accaduto nel 2011 con il referendum sulla riforma del sistema elettorale), di fatto escludendo qualsiasi effetto vincolante della consultazione.

Inoltre, l’art. 50 del Trattato di Lisbona prevede che uno Stato Membro possa decidere di recedere dall’Unione nel rispetto dei propri principi costituzionali. 

In punta di diritto, il Regno Unito è uno dei pochi Paesi al mondo privi di una costituzione scritta, situazione che rende complessa l’applicazione dell’art. 50 laddove impone il rispetto dei dettami costituzionali per l’uscita dall’Unione.

La procedura stabilita all’art. 50 consiste in una  notifica che lo Stato Membro deve inviare al Consiglio europeo manifestando la propria volontà di recedere, a decorrere dalla quale scatta un termine di due anni per i negoziati finalizzati all’uscita. Una volta inviata la notifica, non è prevista la possibilità di ritirarla: alea iacta est. Ecco perché, ad oggi, Londra pare temporeggiare.

Peraltro, anche tralasciando il clima di incertezza politica conseguente alle dimissioni di Cameron e alla ribellione dello shadow cabinet di Corbyn, a livello formale non è chiaro chi abbia l’autorità di provvedere alla notifica. In proposito, ci si domanda astrattamente se sarebbe sufficiente l’iniziativa del Primo Ministro o, in considerazione del principio della sovranità del parlamento (il solo, nelle parole di  Dicey ad avere “il potere di fare e disfare le leggi”), sarebbe comunque necessario un avvallo da parte di Westminster? Il Parlamento inglese, ed è intorno a questo che ruota la questione, non è in alcun modo vincolato dal voto popolare e dunque, proprio in virtù di quella sovranità che lo contraddistingue, ben potrebbe esprimere un parere negativo e, di fatto, bloccare del tutto il processo di uscita.

Di certo, si riscontra del tipico humor inglese all’idea che, qualora il Parlamento inglese dovesse essere chiamato a votare, gli attuali paladini della sovranità dello stesso nei confronti delle ingerenze di Bruxelles si troverebbero a difendere la vincolatività di un voto popolare extraparlamentare, che, in parte, esautora Westminster.

Alla luce di quanto sopra, è chiaro che la questione non riguarda tanto l’efficacia giuridica quanto la mera  opportunità politica.

Come ha sottolineato David Allen Green, avvocato inglese e autorità in materia costituzionale “Ciò che accade ora è una questione di politica, non di diritto. Si ridurrà tutto a ciò che è politicamente opportuno e fattibile. Il governo inglese potrebbe cercare di ignorare il voto, bollandolo come poco affidabile. O potrebbe sostenere  che si tratti di una materia di competenza del Parlamento, cercando di trovare una maggioranza favorevole all’esito sperato”.

Alcuni sottolineano come in passato referenda relativi all’Unione Europea siano stati ripetuti al fine di rovesciare un precedente risultato “sfavorevole”.

Di certo, l’eventuale discostamento dalla volontà espressa tramite il referendum costituirebbe un atto di forza da parte del governo, uno strappo difficile da sanare, quasi un suicidio politico, soprattutto se si considerano le parole di Cameron nel celebre Bloomberg Speech del gennaio 2013, con cui si è abbracciata l’iniziativa del referendum: “E’ tempo per il popolo inglese di avere la parola. E’ tempo di risolvere la questione europea all’interno della politica inglese. Io dico agli inglesi: questa sarà una vostra decisione”.

Se l’esito della consultazione referendaria si è dimostrato imprevedibile anche per i sondaggisti più infallibili,  al momento pare ancora più  arduo supporre  quali saranno le mosse politiche del prossimo inquilino del numero 10 di Downing Street.

Insomma, Brexit è tutt’altro che deciso: nei prossimi mesi ne vedremo delle belle.

Sicuramente gli scenari sono molteplici e non costituisce una corretta forma di informazione il comunicare che la Gran Bretagna debba  ormai uscire dall’Unione Europea a causa del referendum. La sua sarà una decisione politica non vincolata giuridicamente.

Come ha detto recentemente Papa Francesco, l’Europa deve avere la forza e l’umiltà per rivisitare il suo modello di governance ma deve soprattutto metterci coraggio e creatività.

Proprio dentro questi due ultimi termini risiede, a nostro avviso, la soluzione meno traumatica di Brexit.

 

Riccardo Rossotto

(ha collaborato Giulia Pairona)

Leggi tutto...

Brexit: quali le conseguenze fiscali?

  • 26 June 2016 |
  • Pubblicato in Tax

L’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea avrà un impatto rilevante anche dal punto di vista fiscale. Al di là delle conseguenze in materia di IVA e dazi doganali, le problematiche si estendono anche ai benefici ed alle agevolazioni che discendono dalle Direttive comunitarie: dall’esenzione d’imposta sui dividendi distribuiti ad una società estera europea (Direttiva Madre-Figlia), alle agevolazioni in materia di interessi e royalties (Direttiva Interessi e Royalties), passando per le discipline in tema di operazioni straordinarie transnazionali e società controllate estere, la Brexit creerà non poche ripercussioni nei rapporti con l’isola britannica.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Restiamo in contatto

Ricevi gratuitamente la nostra newsletter.

Il Blog di Riccardo Rossotto

Visita il Blog di Riccardo Rossotto.

Torino
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milano
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Roma
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy

Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bologna
R&P Legal
Via D’Azeglio, 19
40123, Bologna - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy