Call Us +39 011 55.84.111

Il Parlamento Europeo approva la proposta di Direttiva sul diritto d’autore nel mercato unico digitale

Con 438 voti favorevoli, 226 contrari e 39 astenuti, il Parlamento Europeo ha trovato, in data 12 settembre, un accordo sul testo della proposta di direttiva per la riforma del diritto d’autore nel mercato unico digitale: si apre dunque una nuova fase di negoziati con Consiglio dei ministri e Commissione al fine di arrivare alla definitiva approvazione del testo.

La necessità di una riforma dell’attuale disciplina del diritto d’autore è oggettiva; lo sviluppo del web e dei social media rende, infatti, sempre più veloce la circolazione di contenuti ed informazioni e la disciplina legislativa, ancora basata sulla concezione tradizionale dei mezzi di diffusione, non è più adeguata.

La Commissione Europea si è dunque messa al lavoro nel 2016 lavorando ad un testo che ha, come obiettivo principale, la regolamentazione di una forma di remunerazione ai contenuti editoriali online.

La tematica è stata ampiamente discussa e i diversi operatori coinvolti (giornalisti, editori, musicisti) hanno più volte, e per diverse ragioni, espresso perplessità in merito ai contenuti della proposta.

Il testo ora approvato dal Parlamento Europeo, dopo due anni di lavori, tutela i contenuti sul web; tutti gli autori, siano essi giornalisti, musicisti, artisti o sceneggiatori, dovranno essere remunerati per il proprio lavoro da parte delle piattaforme che intenderanno pubblicare i loro contenuti.

Inoltre, la nuova disciplina prevede una maggiore responsabilità delle piattaforme di condivisione (come Youtube o Google) rispetto alle possibili violazioni del diritto d’autore; le stesse dovranno dunque porre in essere adeguate misure di controllo e prevenzione.

Al fine di incentivare, tuttavia, le piccole impese, il testo esclude dalla legislazione le piccole e micro imprese del web; parimenti esclusa è la condivisione di contenuti su enciclopedie digitali (quali Wikipedia).

Questi sono le principali novità del testo approvato; non resta che attendere l’esito positivo delle negoziazioni nonché l’adeguamento italiano alla disciplina comunitaria.

Link alla fonte

Giovanna Maggia

 Iscritta all’Ordine degli Avvocati di Torino dal gennaio 2014, svolge la propria attività sia in ambito stragiudiziale che giudiziale.

Sito web: www.replegal.it/it/professionisti/tutti-i-collaboratori/153-giovanna-maggia

Torino
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milano
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Roma
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy
Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy