Call Us +39 011 55.84.111

Pasquale Morra

Pasquale Morra

Svolge attività di consulenza e assistenza in favore di operatori economici e stazioni appaltanti nel settore dei contratti della P.A.: appalti di lavori, servizi e forniture, concessioni di servizi, contratti di partenariato pubblico privato.

Profilo: http://www.replegal.it/it/tutti-i-collaboratori/227-pasquale-morra.html

Piano Nazionale Anticorruzione, il testo definitivo dell’ANAC

Pubblicato il 4 agosto 2016 il testo definitivo del primo Piano Nazionale Anticorruzione adottato dall’ANAC a seguito della riforma del d.l. 90/2014.

Il Piano costituisce un atto di indirizzo per le amministrazioni chiamate ora ad adottare o ad aggiornare concrete e effettive misure di prevenzione di fenomeni corruttivi.

Al documento è allegata la Relazione AIR e le osservazioni pervenute a seguito della consultazione pubblica.

Link alla fonte

Progetti Ricerca & Sviluppo: le istruzioni del MISE per Agenda Digitale e Industria Sostenibile

Con decreto direttoriale del 14 luglio 2016 il MISE ha fornito le istruzioni per l’attuazione degli interventi relativi all’Agenda digitale e all’Industria sostenibile, a valere sulle risorse del FRI, il Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e gli investimenti in ricerca, istituito presso Cassa depositi e prestiti.

Le risorse finanziarie disponibili sono rappresentate da 350 milioni a valere sul FRI oltre a 60 milioni a valere sul Fondo per la crescita sostenibile,  per il bando Industria sostenibile, e 100 milioni a valere sul FRI oltre a 20 milioni del Fondo per la crescita sostenibile, per Agenda digitale.

La domanda di accesso alle agevolazioni deve essere presentata a partire dal 26 ottobre 2016.

Link alla fonte

Incentivi 2016 per fonti rinnovabili: le procedure applicative del GSE

Il GSE ha pubblicato le Procedure Applicative che disciplinano le modalità per accedere ai meccanismi d’incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti a fonti rinnovabili diversi dal fotovoltaico, come da Decreto Ministeriale del 23 giugno 2016 (http://www.replegal.it/it/fondi-e-finanziamenti-pubblici2/item/933-nuovi-incentivi-alle-rinnovabili.html).

Il documento contiene:

  • i regolamenti per l’iscrizione ai Registri, alle Procedure d’Asta e ai Registri per i rifacimenti;
  • le procedure per la richiesta di accesso agli incentivi;
  • le modalità di calcolo e di erogazione degli incentivi, ivi inclusi i criteri di riconoscimento dei premi.


Entro il 20 agosto 2016 il GSE pubblicherà i Bandi per l’iscrizione ai Registri e per la partecipazione alle Procedure di Asta. 

Link alla fonte

La nuova disciplina del soccorso istruttorio nel nuovo codice degli appalti

Con la sentenza 14 luglio 2016 n. 1423 il TAR per la Lombardia Milano, Sez. I, ha chiarito che la nuova disciplina del soccorso istruttorio in materia di appalti pubblici, prevista dal nuovo codice degli appalti all’art. 83, comma 9, non prevede più l’obbligo del pagamento della sanzione nel caso di mancata regolarizzazione.

In tale parte, quindi, la norma risulta del tutto conforme alle direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE.

Invito Horizon 2020 per Smart Cities

Horizon 2020 finanzia progetti per rendere le città sempre più intelligenti (Smart cities). Il prossimo invito in uscita l’8 novembre 2016 ( H2020-SCC-2-2016-2017) - con due scadenze il 7 marzo e il 5 settembre 2017 - finanzia soluzioni innovative, ecologiche e sostenibili per una rigenerazione urbana inclusiva.
L’invito finanzia progetti di riqualificazione delle zone svantaggiate o delle aree trascurate o abbandonate.A disposizione 40.000.000 euro per azioni innovative (AI), con un contributo Ue che copre il 70% dei costi eleggibili. L’obiettivo è quello di creare città europee con migliori condizioni di vita per tutti, aumento di infrastrutture verdi e biodiversità, migliore qualità di aria e acqua, maggiore coesione sociale.

Link alla fonte

Linee guida ANAC per contratti pubblici sottosoglia

L’Autorità Nazionale Anticorruzione ha pubblicato la proposta di Linee Guida relativa a “Procedure per l’affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, indagini di mercato e formazione e gestione degli elenchi di operatori economici”.

In considerazione della rilevanza generale delle determinazioni assunte, l’Autorità ha deliberato di acquisire, prima dell’approvazione del documento definitivo, il parere del Consiglio di Stato e delle competenti Commissioni del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati.

Gli elementi chiave sul sottosoglia sono:

  • rotazione degli inviti e composizione degli elenchi trasparente, sopra la soglia di 40mila euro e fino a un milione;
  • confronto di almeno due preventivi negli affidamenti diretti sotto i 40mila euro;
  • obbligo di motivare la scelta di passare dalla trattativa privata sopra il limite di 500mila euro.

Link alla fonte

Nuovi incentivi alle rinnovabili

Il ministro dello Sviluppo economico ha firmato il Decreto ministeriale 2016 per l’incentivazione delle fonti rinnovabili diverse dal fotovoltaico‎. Il DM mette a disposizione oltre 400 milioni di euro all’anno a favore dei nuovi impianti che verranno selezionati. Il periodo di incentivazione avrà durata di vent’anni (venticinque per il solare termodinamico): nel complesso verranno investiti nelle energie verdi circa 9 miliardi di euro nel ventennio.

Link alla fonte

Ulteriori Linee guida attuative del nuovo Codice dei Contratti Pubblici

L’Autorità Nazionale Anticorruzione, dopo la pubblicazione dei primi documenti di consultazione finalizzati all’emanazione delle Linee guida attuative del Codice dei Contratti pubblici, ha sottoposto a consultazione, i seguenti ulteriori documenti:

  • Linee guida per l'indicazione dei mezzi di prova adeguati e delle carenze nell'esecuzione di un precedente contratto di appalto che possano considerarsi significative per la dimostrazione delle circostanze di esclusione di cui all'art. 80, comma 5, lett. c) del Codice;
  • Criteri reputazionali per la qualificazione delle imprese;
  • Linee guida sui sistemi di monitoraggio delle amministrazioni aggiudicatrici sull'attività dell'operatore economico nei contratti di partenariato pubblico privato.

Attraverso la consultazione, l’Autorità intende acquisire il punto di vista dei soggetti interessati su tutti gli argomenti indicati nei documenti presentati.

Link alla fonte

Il Freedom of information Act

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’8 giugno 2016 il decreto sul «Foia», il Freedom of Information Act, che supera il vecchio diritto di accesso agli atti pubblici in nome della trasparenza sul modello anglosassone.

Si tratta del primo decreto attuativo della riforma della Pubblica amministrazione varata dal Ministro Madia.

L’idea di fondo del decreto è quella di rendere la PA «una casa di vetro».

Al diritto di accesso tradizionale, che permette a cittadini e imprese di conoscere gli atti pubblici su cui hanno un ««un interesse diretto, concreto e attuale», si affianca un nuovo modello, in cui il diritto a conoscere atti e informazioni - anche relativi agli appalti e ai contratti pubblici - diventa la regola e la mancata diffusione dei provvedimenti è l’eccezione, motivata dalla tutela di interessi precisi, dal segreto di Stato alla privacy, passando per la tutela di interessi economici e commerciali.  

Torino
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milano
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Roma
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy

Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bologna
R&P Legal
Via D’Azeglio, 19
40123, Bologna - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy