Call Us +39 011 55.84.111

Il conferimento in capitale delle criptovalute è non attuabile per la Corte d’Appello di Brescia

Con provvedimento del 30 ottobre 2018, la Corte d’Appello di Brescia si è pronunciata negativamente sul reclamo proposto dall’amministratore unico di una s.r.l. avverso il decreto del Tribunale che aveva negato il conferimento in natura di criptovalute (già commentato qui).

In prima istanza, il Tribunale aveva avallato l’interpretazione del Notaio che, stante la volatilità della criptovaluta in oggetto, si era rifiutato di provvedere all’iscrizione nel Registro delle Imprese della delibera assembleare di aumento di capitale sociale. In particolare, le Sezioni Specializzate avevano ritenuto non affidabile la perizia di stima e dunque impossibile il conferimento (nel caso di specie), pur precisando che non era genericamente “in discussione l’idoneità della categoria di beni rappresentata dalle c.d. ‘criptovalute’ a costituire elemento di attivo idoneo al conferimento nel capitale di una s.r.l.”.

Leggi tutto...

Aumento di capitale e abuso della maggioranza

Il giudice non può sindacare la decisione dell’assemblea dei soci, presa con il voto favorevole del solo socio di maggioranza, di procedere all’aumento del capitale sociale per far fronte ad investimenti ed impegni di spesa futuri. Secondo il Tribunale di Roma, se le decisioni prese dell’assemblea dei soci nell’interesse della società non sono manifestamente irragionevoli, illogiche o avventate, il dissenso del socio di minoranza non comporta l’invalidità della delibera.  Sulla base di questo principio, il giudice ha escluso che vi fosse un “abuso di potere” da parte del socio di maggioranza ovvero un equivalente diritto del socio di minoranza a non veder diluita la propria partecipazione sociale.

Leggi tutto...

Nuovi orientamenti del consiglio notarile di Firenze

Il consiglio notarile di Firenze si è espresso in merito a diverse tematiche inerenti le società a responsabilità limitata. Tra gli orientamenti pronunciati con presentazione del 25 novembre scorso, si segnalano: 1) in caso di competenza esclusiva dei soci a decidere su atti gestionali ai sensi dell’art. 2479 c.c., la decisione dell’organo amministrativo è superflua e non necessaria. Con la stessa decisione dei soci, è possibile delegare uno specifico amministratore, purché quest’ultimo sia dotato dei poteri di rappresentanza da legge e statuto; 2) è possibile nominare l’amministratore delegato con l’atto costitutivo a condizione che i membri dell’organo amministrativo e dell’organo di controllo siano presenti, abbiano accettato la carica e abbiano votato all’unanimità tale nomina; qualora non fisicamente presenti, debbono aver preventivamente accettato la carica e dichiarato per iscritto la nomina  e la delega a favore del consigliere.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Torino
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milano
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Roma
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy
Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy